ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Libera Deborah dopo la morte del padre violento- Di Maio: 'Su dl sicurezza Lega ora vuole lo scontro col Colle?'- Morto Niki Lauda, leggenda della Formula Uno- Zingaretti: 'Paralisi governo e i conti sono fuori controllo'- Bologna, scontri per il comizio di Forza Nuova-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

domenica 25 aprile 2010

SULMONA:CONVEGNO PER RICORDARE DOMENICO SUSI





A SULMONA, UN CONVEGNO PER RICORDARE DOMENICO SUSI
Veramente interessante il convegno promosso da Centro Studi Domenico Susi.
“L’Attualità di una politica e di una cultura riformista”, questo il tema del convegno tenuto a Sulmona nell’auditorium dell’Annunziata il 24 aprile 2010.
Scopo del convegno: ricordare l’esperienza di Domenico Susi, quale uomo politico, di governo ed operatore di cultura. Tutti ricordiamo l’impegno politico nel PSI (sempre e solo nel PSI), l’impegno di governo agli alti livelli del Dicastero dell’ Economia e Finanze, tutti ricordiamo con quanto impegno Susi volle riscoprire la figura e l’opera di un grande scrittore abruzzese: Ignazio Silone, uno spirito libero vissuto purtroppo in un momento in cui in Italia la libertà era…sospesa. L’esperienza di Susi si incentra essenzialmente sul riformismo politico e culturale. Oggi quasi tutte le forze politiche parlano di riformismo. Ma che cosa è il riformismo oggi in Italia ed in Abruzzo ? Il convegno ha cercato di dare risposte. Certamente Susi fu un esponente della politica e della cultura riformista.
Presenti al convegno: Bobo Craxi, Antonio Landolfi, Giovanni Lolli, Elena Marinucci ed altri esponenti politici di ieri e di oggi ed i compagni di sempre.
Come dicevamo Domenico Susi fu un antesignano del riformismo quale istanza politica e culturale volta assicurare un cambiamento al fine di migliorare il contesto sociale, giuridico ed economico della comunità nazionale e locale.
Un mio ricordo personale: durante un’ intervista chiesi all’On. Domenico Susi se il presidente del Consiglio Bettino Craxi fosse una persona autoritaria, mi rispose:
“ Non autoritario ma autorevole, ascolta tutti, poi decide e le sue decisioni sono sempre le più valide ed ampiamente condivise”
Gaetano Trigilio

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :