ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Bologna, scontri per il comizio di Forza Nuova- 'Picchia mio figlio e legge Anna Frank', sospesa- Salvini: 'Flat tax è frontiera della durata del governo'- Scontro sui migranti, Di Maio: 'Salvini nel pallone' Leader Lega: 'Onu burocrati'- Google e i big dei chip rompono con Huawei-

news

News - Primo Piano

89ENNE COLTO DA MALORE MUORE NEL SUO TERRENO AGRICOLO

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

venerdì 30 aprile 2010

SULMONA:LEGA POPOLARE SU MANCATA APERTURA SPORTELLO


INPDAP: DI NISIO, “IL SILENZIO DELLA DIREZIONE REGIONALE INPDAP CI SPAVENTA!”

Lega Popolare torna a chiedere alla Direzione Provinciale INPDAP e a quella Regionale i motivi del ritardo per l’apertura dello sportello INPDAP nella città di Sulmona. Francesco Di Nisio, Segretario LP, chiede a nome e per conto delle migliaia di utenti del Centro Abruzzo il riscontro della lettera inviata all’INPDAP in data 13 aprile 2010. “Ormai è passato più di un anno dalla nostra prima richiesta – afferma Di Nisio – e non possiamo più attribuire la responsabilità alla burocrazia. Il Presidente Borio nella sua ultima visita in Abruzzo ha garantito la massima sensibilità alle problematiche che affliggono i cittadini-utenti garantendo, a valle dell’approvazione delle Direzioni centrali INPDAP e INPS, l’immediata apertura dello sportello INPDAP all’interno della Sede INPS di Sulmona. Le dovute autorizzazioni sono state ottenute, abbiamo sollecitato l’avvio del servizio ma non abbiamo ottenuto nessuna risposta. Questo silenzio ci spaventa! Mentre – continua Di Nisio - è notizia di ieri l’apertura di uno sportello Inpdap a Crema, dove il progetto che prevede l’istituzione del servizio all’interno della nuova sede Inps viene accolta come una vera innovazione nel settore del Welfare italiano. Con rammarico devo prendere atto che questa idea nata nel centro Abruzzo/Italia più di un anno fa è invece realtà nel nord Italia dove l’iniziativa è stata presa solo a fine anno 2009. Ora – conclude Di Nisio – il nostro auspicio è duplice vogliamo credere che l’Italia sia una sola e che le strutture pubbliche e i dirigenti siano a servizio dei cittadini-utenti e non il contrario”.

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :