ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Libia sequestra peschereccio E' di Mazara, a bordo in 7- Johnson nuovo leader Tory: 'Fuori dall'Ue il 31 ottobre'- Salvini a Bibbiano: 'Commissione d'inchiesta sugli affidi entro agosto'- Boris Johnson nuovo leader dei Tory, da domani premier-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

giovedì 25 agosto 2011

SENZA CASA E LAVORO VUOLE VENDERE UN RENE

MANOPPELLO - Senza lavoro, senza casa, senza un centesimo per mettere la benzina, ma con due bambini piccoli da mantenere. Unica via d'uscita: vendersi un rene. "L'unica cosa che possiamo fare". E' la triste storia di Giovanni De Matteis, un manovale di Manoppello, in provincia di Pescara. E' la disperazione, che, forse, lo spinge a prendere questa decisione. Sfrattato per morosità e disoccupato non vede altre alternative che vendere un rene, pur di avere un tetto sulla testa. Lo ha annunciato a  Il Tempo e ora aggiunge di essere "pronto a tutto" in quanto disperato. "Non ho piu' un lavoro - spiega - e mia moglie e' stata licenziata dal vivaio per riduzione di personale. Abbiamo accumulato 5 mesi di ritardo nel pagamento dell'affitto (l'importo e' di 400 euro al mese, in una casa privata di Manoppello) e abbiamo ricevuto lo sfratto. L'intervento del Comune ci ha consentito di rimanere a casa cinque giorni in piu' e l'abbiamo dovuta lasciare ieri


anziche' il 19 agosto. Ma da ieri siamo senza casa, in macchina, con un bimbo di 3 anni e uno di 18 mesi. In Comune se ne fregano per cui non ci vado piu', parlavano della disponibilita' di casa ma non e' vero niente, e adesso non so cosa faro'. Non ho neppure i soldi per la benzina". Il sindaco di Manoppello Gennaro Matarazzo assicura, invece, l'interessamento del Comune: "Al momento non abbiamo disponibilita' di case di edilizia residenziale pubblica e forse ne potremmo avere tra un mese - ha spiegato il primo cittadino - per l'assegnazione provvisoria a questa famiglia. Ma siamo stupiti dalle dichiarazioni rilasciate perche' conosciamo il caso e ce ne siamo occupati anche con l'assistente sociale. In municipio abbiamo dei problemi, come tutti i Comuni, siamo in trincea". Il sindaco fa anche notare che "non e' la prima volta che questa famiglia riceve lo sfratto. Sono andati via anche dalle suore", dice Matarazzo.

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :