news

Centroabruzzonews - VIDEO IN PRIMOPIANO - LA CUCINOTTA E MAZZOCCHETTI ALLA GIOSTRA DI SULMONA 2017

martedì 31 maggio 2011

SULMONA: LA REGIONE APPROVA LA RIFORMA DELLE IPAB, LA CASA SANTA DELL'ANNUNZIATA E' SALVA





Il Consiglio Regionale approva la legge di riforma delle Ipab (Istituzioni Pubbliche di Assistenza e Beneficenza).A renderlo noto il presidente del Consiglio Comunale Nicola Angelucci presente oggi a L'Aquila in consiglio regionale.La legge prevede due Ipab per provincia, inizialmente ne prevedeva una sola e in questo modo la Casa Santa dell'Annunziata è salva con tutto il suo patrimonio.Dunque si tira un grosso sospiro di sollievo per la paventata espoliazione, l'ennesima per il territorio peligno che alla fine non ha avuto seguito.Soddisfazione è stata espressa dal presidente del consiglio comunale Angelucci e dal presidente del consiglio di amministrazione dell'ente che rimarrà gestito nell'ambito peligno.Dopo l'allarme lanciato da Luigi di Massa, un consiglio comunale straordinario era stato convocato per la prima volta fuori da Sulmona all'esterno del Consiglio Regionale dell'Aquila, ed ora l'esito positivo della vicenda premia la determinazione e la collaborazione di tutti coloro che si sono battutti per la difesa di un patrimonio simbolo della città di Sulmona e dei sulmonesi.

SULMONA: SI E' RIUNITA LA DELEGAZIONE ABRUZZESE DELL'ASSOCIAZIONE BORGHI AUTENTICI D'ITALIA





Sono 25 i Comuni di questa Regione aderenti a Borghi Autentici, che conta in tutto oltre 160 Comuni in tutta Italia, messi in rete per aprire diverse occasioni di collaborazione europea e dare il via a un percorso di miglioramento della vita sociale e privata di questi luoghi attraverso l’adozione di politiche volte alla sostenibilità economica, turistica e ambientale. Intento dell’Associazione Borghi Autentici d’Italia è infatti studiare azioni da sviluppare nei singoli territori con una collaborazione reciproca tra amministratori locali e gli stessi cittadini.Il Direttore Nazionale Dott. Maurizio Capelli,ha presentato i contenuti del progetto “Circuito Nazionale delle Comunità Ospitali” che l’Associazione intende presentare alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dip. Turismo nei primi giorni di luglio; l’intento è di creare una ricettività turistica all’avanguardia dove i turisti vengono considerati cittadini temporanei."Voi abruzzesi in particolare avete una propensione naturale all'ospitalità, un codice nel vostro dna che deve diventare un'impostazione economica di sviluppo, un percorso per creare posti di lavoro e attività econominca e sviluppo, ha affermato Capelli.I borghi abruzzesi come tantissimi altri borghi italiani sono quelli che gli antropologi definiscono "veri luoghi" dove si pratica la genialità della gente locale".Per Antonio Carrara presidente del S.o.l. questa associazione è un progetto ambizioso per cercare di mettere a frutto un ampio patrimonio che va verso il degrado e che quindi va recuperato, cercando di creare un'offerta turistica diffusa per coloro che vogliono avere un'esperienza turistica autentica.Bisogna capire, ha continuato Carrara, quale può essere il ruolo di questa società in prospettiva futura di cui nella provincia dell'Aquila fanno parte Castelvecchio Calvisio, Fossa, Canistro, Pescina, Pereto, Castelvecchio Subequo, Corfinio, Pettorano e Barrea le Comunita Montane Peligna, la comunità Montana(Marsica 1, Valle Roveto e Valle del Giovenco), L'amiternina, il Parco Velino Sirente e la Provincia dell'Aquila.Ricordiamo gli altri importanti strumenti della Associazione: “Rinascimento Urbano”, che ha l’obiettivo di accompagnare, con apposita assistenza tecnica, i Comuni BAI nell’adozione di politiche pubbliche locali per il recupero, la riqualificazione e il rinnovamento urbano; “Borgo Intelligente” che fra gli altri ha l’obiettivo di attivare forme di gestione energetica alternativa del territorio, della struttura urbana e degli edifici

CASTELVECCHIO SUBEQUO: TERREMOTO, PERCEPISCE INDEBITAMENTE QUASI 5000 EURO VIENE SCOPERTO DALLA FINANZA


Continuano a produrre risultati i controlli della Guardia di Finanza di L'Aquila, tesi a verificare che le provvidenze pubbliche destinate dallo Stato in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 6 aprile 2009.Una segnalazione riguarda un soggetto che, anche dopo l'assegnazione di un Modulo Abitativo Provvisorio a Castelvecchio Subequo ad agosto 2010, si e' guardato bene dal rinunciare al C.A.S. per ben 9 mesi, percependo indebitamente quasi 5 mila euro, fino a quando non e' stato scoperto. Le ipotesi di reato sono di truffa aggravata ai danni dello Stato e di falsita' ideologica in atto pubblico. La Guardia di Finanza ha attivato gli enti competenti al recupero delle somme indebitamente percepite.Nei giorni scorsi i Finanzieri della Compagnia di L'Aquila, hanno segnalato all'Autorita' Giudiziaria altri due "furbetti'' accusati di aver indebitamente percepito il Contributo di Autonoma Sistemazione previsto dall'Ordinanza nr. 3754 della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Come e' noto, si tratta di una erogazione prevista per tutti coloro che, all'indomani del terremoto ed a seguito della inagibilita' di quasi tutto il patrimonio edilizio dei comuni ricompresi nel cratere sismico, aveva trovato una soluzione alloggiativa alternativa ed autonoma rispetto alle tendopoli, agli alberghi ed alle altre soluzioni offerte. In un caso si tratta di una famiglia di quattro persone che e' stato alloggiata per un anno in albergo dapprima ad Alba Adriatica e, successivamente, a Sant'Egidio alla Vibrata - ospitalita' costata alle casse dello Stato oltre 50 mila euro - e che, contestualmente, aveva richiesto e percepito il C.A.S., per un ammontare di 9 mila euro.

SULMONA: METANODOTTO, I COMITATI SI RIVOLGONO ALLA PROVINCIA "SE CI SEI BATTI UN COLPO!"



Il 15 aprile scorso abbiamo scritto al Presidente della Provincia, Antonio Del Corvo, e per conoscenza ai capigruppo consiliari, per sollecitarlo a predisporre il ricorso al TAR Lazio contro il decreto governativo che dà il via libera al grande metanodotto Sulmona-Foligno e alla centrale di compressione Snam a Sulmona.Nella nostra lettera, continua la nota dei comitati, facevamo presente che la Provincia dell’Aquila, con ben 103 Km. su 167 del tracciato del gasdotto, è quella che più di ogni altra è interessata dall’opera ed inoltre che l’Ente, per ben due volte, aveva espresso la sua contrarietà.Pertanto, ritenevamo e continuiamo a ritenere, che sia del tutto consequenziale che la Provincia impugni davanti alla giustizia amministrativa il provvedimento del governo.In questa direzione, a quanto risulta, stanno infatti lavorando diversi Comuni tra cui quello dell’Aquila e di Sulmona.Dalla Provincia dell’Aquila, invece, giunge solo un silenzio assordante!Ormai mancano pochi giorni alla scadenza del ricorso (l’ultima data utile è il 4 giugno p.v.) e dalla Provincia non arriva nessun segnale.Sarebbe molto grave se l’Ente che più di ogni altro subirebbe la devastazione del suo territorio, rinunciasse ad esercitare le proprie prerogative a difesa dei legittimi diritti dei cittadini.Si tratta, infatti, di un’opera di mero attraversamento territoriale inizialmente destinata a passare altrove (tanto che è denominata “Rete Adriatica”) e che invece, chissà perché, è stata dirottata lungo la dorsale appenninica, cioè nelle aree più altamente sismiche e di più elevata qualità ambientale della penisola!
Un’opera, per di più, finalizzata alla realizzazione di una “Hub” del gas, il che significa che il gas sarà rivenduto ad altri Paesi.Ciò porterà enormi profitti nelle casse dell’ENI, mentre tutti i costi ed i rischi saranno scaricati sui cittadini.Vi sono perciò validissime ragioni che dovrebbero spingere la Provincia a ricorrere a tutti i mezzi che la legge mette a disposizione per impedire un simile scempio.Perdurare nel silenzio e nella passività significherebbe essere palesemente complici di chi sta per perpretare lo scempio.Perciò, cocludono i comitati per l'ambiente, lanciamo un ultimo grido alla Provincia.

PACENTRO: COMUNE, L'OPPOSIZIONE DENUNCIA LA GRAVE SITUAZIONE DI DISSESTO FINANZIARIO

Durante il Consiglio Comunale svoltosi a Pacentro il 30 maggio, i consiglieri di minoranza del gruppo "Rinnovamento" hanno pubblicamente denunciato la grave situazione di dissesto finanziario che interesserebbe il Comune di Pacentro. Stando infatti all'analisi dei documenti ufficiali a disposizione, sull'Ente graverebbe un disavanzo di oltre 1 milione di Euro, a fronte invece dei circa 19.000 Euro di avanzo dichiarati dall'amministrazione.Al termine della relazione esposta dal capogruppo Guido Angelilli, l'opposizione ha richiamato i consiglieri alle proprie responsabilità nei confronti dei cittadini esortandoli ad accogliere l'invito a non approvare il consuntivo 2010.Al momento del voto la giunta si è spaccata in due con l'astensione degli assessori Battaglini e Garofalo che, unita all'assenza in consiglio dell'assessore Saccoccia, ha ridotto a sei i numeri della maggioranza.

SULMONA: SABATO 4 GIUGNO ALL'ABBAZIA DI SANTO SPIRITO LA MOSTRA "RICORDI E TESTIMONIANZE"


La Soprintendenza B.S.A.E. di L’Aquila, sede di Sulmona, in occasione delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia, organizza presso l’Abbazia di Santo Spirito al Morrone una mostra intitolata “Ricordi e testimonianze”, sugli avvenimenti storici che hanno interessato Sulmona ed il territorio circostante in particolre negli anni 1860 - 1861L’evento sarà presentato presso la stessa Abbazia di Santo Spirito al Morrone il giorno sabato 4 giugno 2011 alle ore 17,30.Interverranno Carlo Alicandri Ciufelli, Mario Pecilli e Domenico Puglielli. La Mostra sarà visitabile dal 4 giugno al 4 luglio nei seguenti orari:
lunedì – venerdì 9.30 – 12.30 ; 15.00 – 18.00
sabato 15.00 – 18.00

SPORT, CONCLUSO TORNEO OVIDIANO TIRO CON L'ARCO






Una due giorni tra arco, frecce e natura. Secondo week end con le gare di tiro con l'arco a Sulmona. Dopo le competizioni del 21 e 22 maggio scorsi, gli impianti sportivi in località Incoronata hanno ospitato il IX torneo ovidiano e VII gp Fiamme Azzurre, appuntamento valevole per la selezione nazionale e qualificazione ai campionati europei. Tre frecce a testa per 24 bersagli dislocati sia sul campo verde che sul Colle Savente. Vince chi fa più punti. Queste le regole per i 120 gli arcieri, provenienti da tutta Italia, che hanno affrontato il percorso nella manifestazione sportiva organizzata, anche quest'anno, dall' asd sulmonarcieri di concerto con il gruppo Fiamme Azzurre e il comitato regionale FitArco Abruzzo. "E' il nono anno che si organizzano queste gare a Sulmona. E' una competizione importante assegnata dalla Federazione FitArco in vista di obiettivi maggiori che vogliamo raggiungere" ha affermato Claudio Perrotta, presidente Asd sulmonarcieri. "In regionale stiamo cominciando con un nuovo progetto con l'obiettivo di coinvolgere i giovani avvicindandoli a questo sport perchè il numero dei ragazzi è purtroppo inferiore a quello degli adulti" ha spiegato l'allenatore Fiamme Azzurre Abruzzo, Tito Paris. " A livello nazionale i nostri ragazzi sono i più forti al mondo e non perchè sono italiani, ma perchè portano a casa più medaglie di tutti" ha affermato l'allenatore nazionale Vincenzo Scaramuzza, spiegando che in Italia sono circa 25 mila gli iscritti. Due i campioni mondiali presenti alle gare, Giuseppe Seimandi e Monica Finessi che hanno raccontato com'è nata la loro passione per arco e frecc e come sono cresciute le loro soddisfazioni che li hanno portati a salire sui più alti podi internazionali. "Ho vinto 4 titoli mondiali" ha detto Seimandi "la mia passione per questo sport è nata molti anni fa in un Club Med e si è protratta per 12 anni". Tutti concordi nel consigliare ai giovani questa disciplina sportiva che si svolge prettamente all'aria aperta e a contatto con la natura.

Per visionare la classifica con il punteggio di tutti gli arcieri divisi in categorie è possibile consultare il sito http://www.fitarco-italia.org/gare/classifica.php?Codice=N1113005

lunedì 30 maggio 2011

CIVITELLA ALFEDENA: 70ENNE TROVATO MORTO IN CASA DOPO TRE GIORNI


Un 70enne nato e residente a Civitella Alfedena e' stato trovato morto nella sua abitazione, dove viveva da solo dopo essere rimasto vedovo. Alcuni paesani hanno affermato di averlo visto venerdi' pomeriggio e poi nessuna traccia, fino a questa mattina quando hanno allertato i Carabinieri per un sopralluogo nell'abitazione. A stroncarlo e' stato un malore e dopo la constatazione del decesso da parte del medico e' stata autorizzata la rimozione della salma per i funerali.

Foto ecodelsangro.it

CASTEL DI SANGRO: UN CAMION SI RIBALTA, MUORE IL CONDUCENTE

La Procura della Repubblica di Sulmona ha disposto l'autopsia sul corpo di Domenico Antolini, 61enne di Castel di Sangro morto nel ribaltamento del mezzo che conduceva. Stando a quanto riferiscono i Carabinieri stava effettuando dei lavori per conto dell'amministrazione comunale e il mezzo e' risultato intestato ad un imprenditore del posto. Nel percorrere una ripida discesa su strada sterrata il mezzo si e' intraversato ribaltandosi, procurando la morte sul colpo dell'uomo. Il camion e' stato sequestrato in quanto si pensa che la causa possa essere imputabile ad un guasto dell'impianto frenante. La salma e' stata trasportata all'obitorio dell'ospedale di Castel di Sangro a disposizione dell'autorita' giudiziaria. La Procura della Repubblica di Sulmona ha disposto l'autopsia sul corpo.

OPI: 42ENNE GRAVE PER LEGIONELLA


Un 42enne di origini napolentane e residente a Opi e' stato ricoverato in gravi condizioni all'ospedale di Sulmona per aver contratto la legionella. L'uomo si trova in terapia intensiva e da notizie assunte presso i familiari sembra abbia perso la funzionalita' del polmone sinistro. Si e' sentito male nei giorni scorsi, quando ha avuto febbre alta associata al sintomo della confusione mentale.

SULMONA: LA FORESTALE SCOPRE LE PIANTE DI 100 PAPAVERI DA OPPIO IN PIENO CENTRO

Il Corpo forestale dello Stato ha individuato su del terreno di riporto per il riempimento di un costone franato, circa 100 piante di papavero da oppio. Il rinvenimento e' avvenuto sul cantiere nei pressi della circonvallazione Orientale a Sulmona, dove nel 2009 avvenne lo smottamento di un terrapieno. L'attivita' di indagine dei forestali, dopo il sequestro delle piante, sarebbe tesa ad accertare la provenienza del terreno impiegato per il livellamento della voragine.

BOLOGNANO: MINGARDI E ODDO CHIUDONO LA XIV EDIZIONE DEL PIGRO CANTAUTORI IN VIGNA


Il cantautore bolognese Andrea Mingardi e il giocatore del Milan Massimo Oddo chiudono la XIV edizione del Pigro Cantautori in Vigna 2011, la due giorni di musica in ricordo di Ivan Graziani, svoltasi il 28 e 29 maggio in occasione di Cantine Aperte presso l’Azienda Agricola Ciccio Zaccagnini di Bolognano.
La manifestazione caratterizzata da un concorso musicale con brani inediti e cover di Ivan Graziani, ha suscitato interesse e richieste di partecipazione da ogni parte d’Italia. Dodici i finalisti che si sono esibiti rigorosamente live davanti ad una giuria composta da giornalisti di televisione e Radio della RAI, della carta stampata (La Stampa e Visto), critici, produttori, discografici ed immortalati dal fotografo di fama internazionale Fabrizio Fenucci. Il Premio Pigro Cantautori in Vigna 2011 e il Premio SIAE, ovvero il primo premio assoluto, è andato alla rock band perugina Elica con il brano "Le clochard", che si sono aggiudicati anche la Targa SIAE per la miglior composizione. Alla cantautrice ISA, con il brano in dialetto piemontese “La canson” è stata assegnata la Targa SIAE per il miglior testo. Ulteriori riconoscimenti offerti da alcuni sponsor tecnici sono andati a Frida Neri con il brano "Sara Sottile" che parteciperà ad un master presso il CPM (www.centroprofessionemusica.it) diretto da Franco Mussida (PFM) che consiste nella partecipazione gratuita a un laboratorio di canto con Mary Setrakian; Il parmense Max Bertoli con il brano "Piccoli disguidi" si esibirà a Venezia sulla MSC Magnifica sabato 11 giugno in occasione della conferenza stampa di presentazione della manifestazione canora Festival Show.Anna Bischi Graziani, moglie di Ivan, ha voluto omaggiare Marcello Zaccagnini donandogli una chitarra appartenuta al cantautore teramano Ivan Graziani, che andrà ad arricchire la già importante collezione di opere d’arte che “il vignaiolo d’Abruzzo” può annoverare nella sua Vigna, come tra le altre, le opere di Mimmo Paladino.
Presente alla manifestazione anche il difensore del Milan, Massimo Oddo - presidente della onlus che porta il suo nome - che dal 2010 per iniziativa di Marcello Zaccagini e Anna Bischi Graziani ha avviato una raccolta fondi assieme alla onlus Marco Di Martino per la costruzione di un villaggio in Africa chiamato “Un Fiore per Ivan”.

PESCASSEROLI: BAMBINA RICOVERATA PER MENINGITE


Una bambina di due anni residente in un paese del Parco nazionale d'Abruzzo è stata ricoverata per infezione da meningite.Erano le 9 circa di ieri quando i genitori si sono accorti che aveva la febbre molto alta associata a scarsa ricettività agli stimoli e hanno subito chiamato il 118.L'ambulanza ha trasportato la piccola all'ospedale di Avezzano (L'Aquila) ma qui, accertato il sospetto di meningite e valutate le gravi condizioni, hanno deciso il trasferimento al Bambin Gesu di Roma, dove una volta effettuato il prelievo del sangue e il tampone è stata confermata la presenza del meningococco.La bambina si trova nel reparto di terapia intensiva pediatrica.

sabato 28 maggio 2011

SULMONA: XX ANNI DELLA CROCE ROSSA, SIMULAZIONI IN CITTA' CON I VIGLI DEL FUOCO E PROTEZIONE CIVILE







In occasione dei festeggiamenti dei venti anni della Croce Rossa di Sulmona
si sono svolte oggi pomeriggio a Sulmona le simulazioni di soccorso della Croce Rossa, Vigili del Fuoco e Protezione Civile.Tre le zone in cui sono state effettuate le varie simulazioni di intervento, Piazza XX Settembre, Via Panfilo Serafini e Piazza della Tomba ed infine in Piazza Garibaldi.In piazza XX settembre i mezzi della Croce Rossa e i volontari sono intervenuti per soccorrere alcune persone che avevano ingerito cibi avariati, in Via Panfilo Serafini è stata simulata un'esplosione in un'abitazione con un crollo, dovuta ad una fuga di gas, con numerosi feriti ed infine in piazza Garibaldi è stato simulato un incidente stradale tra due autovetture con l'intervento combinato d Croce rossa e Viglili del Fuoco ed inoltre è stata allestita dalla protezione civile una tendopoli.Numerosi i mezzi e gli uomini intervenuti ad una manifestazione che ha raccolto un notevole pubblico che alla fine ha applaudito le "performance" degli addetti ai lavori.

SULMONA: XX ANNI CROCE ROSSA, SIMULAZIONE INTERVENTI DI SOCCORSO ( VIDEO )

video

SULMONA: L'ONOREVOLE CARLUCCI AL CONVEGNO PALII, GIOSTRE E GIOCHI STORICI




Un disegno di legge statale finalizzato alla promozione e valorizzazione delle manifestazioni e dei giochi storici è stato tema centrale del convegno che si è svolto questa mattina a palazzo dell’Annunziata a Sulmona organizzato dall’associazione Giostra cavalleresca di Sulmona, dal Sestiere di Porta Manaresca di concerto con la Federazione italiana giochi storici. Ospite d’onore la parlamentare del Pdl, Gabriella Carlucci, nominata dal sindaco Fabio Federico
madrina della Giostra cavalleresca (per le sue radici sulmonesi) cofirmataria della proposta di legge (ferma ancora all’esame della commissione cultura della camera dei Deputati) proposta dall’onorevole Ermete Realacci. Manifestazioni come moltiplicatori economici e patrimonio culturale come elemento di unicità di ogni paese in un mondo globalizzato sono le parole fondamentali del summit odierno: riflessione a livello legislativo e socio economico, alla presenza del primo cittadino, della deputata Paola Pelino e del presidente del Consorzio per il Polo universitario sulmonese che ha aperto i lavori. “La proposta di legge vuole certificare che i palii, le rievocazioni storiche e le giostre vengano a pieno titolo considerati parte della nostra storia e della nostra cultura quindi che venga istituito un albo nazionale il quale sarà declinato, poi, in tanti albi regionali” ha spiegato l’onorevole Carlucci “Il disegno di legge prevede, inoltre, che ci sia attenzione anche economica perché questi eventi sono un moltiplicatore economico incredibile e per organizzarli ci vogliono i soldi. Purtroppo oggi Stato Regioni e Comuni hanno sempre meno soldi per cui attraverso la legge proporre incentivi fiscali che spingano i privati a finanziare questi eventi” ha concluso la deputata. In riferimento alle manifestazioni di Sulmona ha citato i suoi ricordi d’infanzia legati alla rappresentazione della Madonna che scappa in piazza a cui assisteva nel giorno di Pasqua. “Mia madre è di Sulmona, mentre mio padre è di Avezzano quindi io mi sento cento per cento abruzzese” ha detto.
“Aggiungerò anche la mia firma a questa proposta di legge non appena arriverà in aula” ha affermato l’onorevole Paola Pelino, specificando il notevole richiamo turistico che hanno per il territorio di tutta la regione le giostre di Sulmona e d’Europa, ecco perché, a detta sua “ è importantissimo continuare batterci perché siano riconosciuti in quell’elenco famoso che vorremo mettere a disposizione del governo tra gli eventi storici che vanno incentivati”.Per Emidio Cantelmi presidente della Giostra Cavalleresca di Sulmona il convegno di oggi porterà sicuramente dei benefici alla Giostra di Sulmona , “Mi auguro che oggi si riesca a centrare l’obiettivo per far capire l’importanza, al di là dell’aspetto ludico, di questa manifestazione per la città e per l’intero territorio.

SULMONA: SI E' SVOLTA LA PRIMA FIERA ITINERANTE SULLA SICUREZZA STRADALE





La prima città ad accogliere la fiera itinerante è stata Sulmona che questa mattina, dalle ore 12,00 nel piazzale antistante il Palazzetto dello Sport ha ospitato gli stand dove ci si è incontrati e confronti con le Forze dell’Ordine, l’ACI, l’AIFVS (Associazione italiana familiari vittime della strada). Il mondo dei motori e della sicurezza stradale sono stati i protagonisti insieme alle aziende vitivinicole, le quali hanno proposto l’assaggio intelligente e consapevole del vino verificando in tempo reale, con etilometri, gli effetti prodotti dalla semplice degustazione.
“Fiera e sicurezza stradale” è l’ultima iniziativa dell’intenso programma contenuto nel progetto Provincia sicura al 100% intrapreso dalla Provincia dell’AquilaPer l’occasione l’Assessore alla viabilità Guido Liris e i consiglieri provinciali sono stati ospiti a Sulmona presso l’Istituto superiore De Nino con il sindaco Fabio Federico e il Vice sindaco Enea Di Ianni, per la premiazione dei vincitori del Bando di concorso Sicuri al 100%.L’iniziativa si concluderà a notte fonda, presso i locali della città che aderiranno all’iniziativa creando il cocktail “Sicuri al 100%” e indossando una t-shirt di promozione alla sicurezza stradale, realizzata per l’evento.



venerdì 27 maggio 2011

PROVINCIA APPROVA ORDINE DEL GIORNO SU CRATERE SISMICO, LA DI NINO ESPRIME SODDISFAZIONE


Il Consiglio Provinciale approva all'unanimità l'ordine del giorno avente ad oggetto la delicata questione sull'allargamento dei confini del cratere sismico.Il vice Presidente, Antonella Di Nino, esprime soddisfazione per l'unità che ha saputo dimostrare il Consiglio tutto, ed in particolare per il voto favorevole espresso dal Consigliere Stefania Pezzopane, che ha per altro confermato la mancanza di contrarietà del sindaco dell'Aquila Massimo Cialente.Ragioni di giustizia ed equità hanno per una volta valicato i confini di territorialità ed appartenenza.

SULMONA: DOMANI 28 MAGGIO LA PROVINCIA ORGANIZZA LA "FIERA E SICUREZZA STRADALE" NEL PIAZZALE DEL PALAZZETTO DELLO SPORT

Fiera e sicurezza stradale” è l’ultima iniziativa dell’intenso programma contenuto nel progetto Provincia sicura al 100% intrapreso dalla Provincia dell’Aquila con il diretto interessamento del Presidente Antonio Del Corvo, dell’Assessore alla viabilità Guido Quintino Liris e con la supervisione del direttore Generale Valter Specchio, responsabile del progetto.La prima città ad accogliere la fiera itinerante è Sulmona che domani, sabato 28 maggio alle ore 12,00 nel piazzale antistante il Palazzetto dello Sport ospiterà gli stand dove incontrare e confrontarsi con le Forze dell’Ordine, l’ACI, l’AIFVS (Associazione italiana familiari vittime della strada). Il mondo dei motori e della sicurezza stradale saranno i protagonisti insieme alle aziende vitivinicole, le quali proporranno l’assaggio intelligente e consapevole del vino verificando in tempo reale, con etilometri, gli effetti prodotti dalla semplice degustazione.Per l’occasione, domani alle ore 11,00 l’Assessore alla viabilità Guido Liris e i consiglieri provinciali saranno a Sulmona presso l’Istituto superiore De Nino con il sindaco Fabio Federico e il Vice sindaco Enea Di Ianni, per la premiazione dei vincitori del Bando di concorso Sicuri al 100%.L’iniziativa si concluderà a notte fonda, presso i locali della città che aderiranno all’iniziativa creando il cocktail “Sicuri al 100%” e indossando una t-shirt di promozione alla sicurezza stradale, realizzata per l’evento.

LA PROVINCIA APPROVA ORDINE DEL GIORNO A FAVORE DEI COMUNI FUORI CRATERE



Il Consiglio Provinciale dell’Aquila, nella seduta di ieri, ha approvato, all’unanimità dei presenti, un O.d..G di sostegno ai Comuni “fuori dal cratere” della valle Peligna che hanno fatto ricorso al TAR.L’O.d.G., a seguito di una premessa riepilogativa della vicenda e dei contenuti delle sentenze emesse dal TAR Lazio nelle settimane scorse,IMPEGNA il Presidente della giunta Provinciale e le Commissioni per la Ricostruzione:“a porre in essere ogni utile iniziativa nei confronti del Commissario Straordinario per la Ricostruzione e nei confronti della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Protezione Civile, affinchè rinuncino ad impugnare le sentenze di cui in premessa e provvedano ad eseguirle con immediata sollecitudine, nel senso, con i limiti ed alle condizioni specifiche nelle sentenze stesse.Il consiglio Provinciale alla luce delle mutate condizioni auspica che vengano riconsiderati i parametri relativi a tutti i Comuni facenti parte del COM 7 di Sulmona.”L’O.d.G. è stato presentato dal Capogruppo del PD Enio Mastrangioli e sottoscritto da Amedeo Fusco, Stefania Pezzopane ed altri consiglieri di minoranza, sostenuto ed integrato dai Consiglieri del territorio peligno Andrea Gerosolimo, Fernando Caparso ed altri di maggioranza in termini bipartisan.Esprimiamo profonda soddisfazione per il sostegno unanime del Consiglio alle rivendicazioni legittime dei Comuni della Valle Peligna esclusi con scarse motivazioni dal cosidetto “cratere”, con l’auspicio che il Presidente Chiodi apra un tavolo di confronto vero e costruttivo con i Comuni della valle Peligna.

LA LEGA NORD SOLIDARIZZA CON L'ARPO ASSOCIAZIONE REGIONALE PRODUTTORI OVI CAPRINI


Sono in crescita sulle montagne abruzzesi, gli episodi di aggressione di branchi di lupi ed orsi nei confronti degli animali d’allevamento, appartenenti ad imprenditori locali. L’attacco subìto dal proprio gregge di pecore presso Casale di Cocullo e denunciato il 17 maggio scorso da Nunzio Marcelli, presidente dell'Arpo (Associazione regionale produttori ovi caprini), è solo l’ultimo di una lunga serie di episodi simili. Marcelli ha perso così una ventina di capi, oltre alla dispersione di altri. E il presidente dell’Arpo, dopo quest’episodio aveva dichiarato alla stampa: "È il fallimento delle Istituzioni, abbiamo indicato più volte quali potessero essere i percorsi per tutelare sia le specie protette, sia gli allevatori, ma si continua a restare fermi permettendo il verificarsi di questi episodi". La lega Nord Abruzzo, concorda pienamente con Nunzio Marcelli. È sotto gli occhi di tutti il fallimento delle politiche che dovevano tutelare gli allevatori e gli animali selvatici protetti. Nonostante le decine e decine di milioni di euro dilapidati in fantomatici studi e progetti, che hanno solo riempito le tasche di improbabili studiosi asserviti al politico di turno, per i quali sicuramente gli animali protetti, valgono più da morti che da vivi.Ancora una volta pertanto, la Lega Nord Abruzzo si vede costretta ad evidenziare il problema, invitando le Istituzioni e gli Enti preposti a trovare una soluzione. Il permanere di questa situazione pone a rischio, la sussistenza dell’imprenditoria del settore. Una risorsa questa per il territorio e l’economia locale, che andrebbe invece tutelata con Piani di intervento più sensati e strategie più aggiornate. Senza contare che sono in gioco le tradizioni culturali e le identità locali, espresse dall’allevamento e da tante altre attività legate al territorio. Valori di cui la Lega è storicamente portatrice.

PESCASSEROLI: INVIATA UNA BUSTA CON UN PROIETTILE AD UN CONSIGLIERE COMUNALE

Un consigliere comunale di maggioranza a Pescasseroli e albergatore, ha ricevuto nei giorni scorsi una busta antiurto, contenente a sua volta una piccola busta con scritto all'esterno "Abbandona la politica" e all'interno un proiettile inesploso calibro 7,65. La busta, con indirizzo scritto a penna, ha il francobollo ma non reca la timbratura delle poste, anche se il consigliere ha affermato di averla ricevuta a mezzo posta. Una seconda busta, stavolta con francobollo vidimato dal centro meccanizzato delle Poste a Pescara e contenente una bustina con la stessa frase minatoria "Abbandona la politica", ma senza proiettile all'interno, e' stata recapitata a Marco Grassi, anche lui consigliere comunale e albergatore. Quest'ultima missiva, come presumibilmente anche la prima, potrebbe essere stata imbucata da un punto di raccolta dello stesso centro montano, in quanto tutta la corrispondenza in partenza dagli uffici postali dell'Abruzzo transita per il centro meccanizzato di Pescara e qui vidimata con il timbro "Poste Italiane Pescara". Non e' chiaro su come nel primo caso non sia presente il timbro. Sul caso indagano i Carabinieri che hanno sequestrato le buste e il proiettile che sono stati inviati ai colleghi della Scientifica del Comando provinciale dell'Aquila per i rilievi dattiloscopici.

SULMONA: IL NUOVO CINEMA PACIFICO IL 31 MAGGIO DEVE CHIUDERE, L'ASSOCIAZIONE CHE LO GESTISCE RACCOGLIE LE FIRME CONTRO LA CHIUSURA




Una situazione paradossale che può essere affrontata oltre che con la rabbia con l'ironia, cosi esordisce Patrizio Iavarone presidente dell'Associazione che gestisce il cinema Pacifico. Il nostro obiettivo è spiegare alla città cosa sta succedendo perchè la struttura sta chiudendo e cosa è stato fatto in un anno e mezzo di gestione.Domani alla manifestazione "Ubriachi di Cultura"che si terrà nei locali del Pacifico a partire dalle ore 17.00, ci sarà anche un momento di riflessione sullo stato della cultura in questa città e sulle politiche culturali.Abbiamo invitato gli amministratori comunali sia i consiglieri che la giunta a partecipare.Vogliamo, ha continuato Iavarone, che il comune di Sulmona risponda ad una nostra legittima domanda.La gestione del Pacifico risale al dicembre del 2009 grazie ad una delibera che affidava la struttura all'Associazione Sulmona Cinema fino all'espletamento di una nuova gara di appalto che a detta del presidente ancora viene bandita.A distanza di un anno questo progetto cominciava a funzionare diventando un punto di riferimento per la città.Qual'è il progetto del Comune per il Cinema Pacifico, si chiede Iavarone.Noi abbiamo risistemato una struttura che cadeva a pezzi e reso un punto di attrazione.L'imposizione dei vincoli relativi al divieto della vendita di alcolici e la chiusura anticipata a mezzanotte, secondo il presidente dell'Associazione Sulmona Cinema, rendono impossibile e inattuabile la gestione di questo spazio che ha dei costi di gestione altissimi con la prestazione totalmente gratuita dei soci dell'Associazione.Lunedi 30 maggio ci sarà l'ultimo spettacolo del cinema, ci auguriamo conclude Iavarone, che il comune avrà la capacità e la forza di trovare una soluzione per riaprire l'unica sala cinematografica della città.Per quanto riguarda la petizione contro la chiusura del Pacifico sono state raccolte circa un migliaio di firme che verranno sottoposte al sindaco come da statuto comunale, in cui si chiederà che la giunta torni sui suoi passi, fino ad espletamento della gara di appalto, alla quale l'associazione Sulmona Cinema si riserva di aderire.

SULMONA: SANITA', LA FIALS, INVITIAMO CHIODI A FARE CHIAREZZA SUL DESTINO DELL'OSPEDALE E CLINICA SAN RAFFAELE


Invitiamo il Presidente Chiodi a venire a Sulmona “il più presto possibile” per fare chiarezza sia sui destini dell’Ospedale pubblico, sia per quanto riguarda la vertenza della clinica San Raffaele, in ultima ratio, se dovessero permanere comportamenti non completamente trasparenti, non escludiamo il ricorso all’autorità giudiziaria al fine di verificare la correttezza di tutti i comportamenti.I cittadini della Valle Peligna, da tempo, stanno assistendo al passaggio di una grande “nube nera” che diffonde sopra di loro sventura e povertà. Alcuni con qualche responsabilità in loco sono completamente assenti, altri curano in particolare gli interessi personali, agevolando così il gioco di chi ha avuto interesse ad originare la “nube nera”: e cioè a ridurre ai minimi termini un territorio che per diverse ragioni già non godeva di buona salute.Le conseguenze di questo preoccupante fenomeno sono note a tutti: all’improvviso sono scappate diverse società adducendo motivazioni risibili, sono stati chiusi uffici pubblici adducendo motivazioni assolutamente non credibili, sono state ridimensionate alcune ditte e smembrati settori vitali dell’economia locale con motivazioni campate in aria; si pensi che hanno addirittura permesso al “terremoto” di zigzagare tra i confini dei vari paesi.
Il cittadino peligno, notoriamente tollerante, è con le spalle al muro, attonito, quasi terrorizzato, è in attesa o di un miracolo o del colpo finale. Mai avrebbe creduto, però, che si mettesse in discussione:L’OSPEDALE ! LA SALUTE !
Ed invece la fantasia dei nuovi conquistatori non ha fine, vogliono ridurre il nostro ospedale a qualcosa di molto angusto, affinché gli altri ne possano assorbire gli organi vitali. Ecco giustificato, allora, il balletto:i soldi per la costruzione del nuovo ospedale ci sono nei giorni pari e non ci sono nei giorni dispari;la struttura dell’ospedale esistente è parzialmente inagibile in alcune circostanze, totalmente inagibile in altre;la migliore soluzione è trasferire i servizi ospedalieri presso la struttura Tal dei Tali, per alcuni, trasferire i servizi presso i locali dell’imprenditore Tizio, per altri ………La Fials, come sindacato della sanità maggiormente rappresentativo in Valle Peligna, ha cercato in tutti i modi di arrivare ad una soluzione ottimale e condivisa. Abbiamo partecipato a confronti, dibattiti, riunioni, abbiamo fatto finta di non vedere e non sentire per evitare di far saltare l’accordo che in apparenza sembrava stesse delineandosi ( vedasi deliberazione del Consiglio Comunale di Sulmona n. 21 del 1 aprile 2011 ).
Adesso, però, abbiamo capito il gioco, ed allora ai CITTADINI di questa valle, noi diciamo:
LA PERMANENZA DELL’OSPEDALE DI SULMONA, COME STRUTTURA IDONEA A GARANTIRE LA SALUTE AI MALATI, È SERIAMENTE IN DISCUSSIONE, C’E’ BISOGNO DI VOI PER DINFENDERE LA NOSTRA SALUTE, USCITE DALLE VOSTRE CASE.
A chi è DEPUTATO ad assumere decisioni, noi diciamo:
SE PRIMA NON SI HA LA CERTEZZA, DOCUMENTATA DA ATTI UFFICIALI, CHE ESISTONO I FONDI PER LA COSTRUZIONE DEL NUOVO OSPEDALE, L’ATTUALE P.O. NON DEVE ESSERE TRASFERITO
SI INVECE AD OGNI SOLUZIONE PROVVISORIA REALIZZATA SULL’OSPEDALE STESSO.
Il Segretario Territoriale F.I.A.L.S.- CONF.S.A.L. Sulmona ( Marco Monaco )

VIDEO IN PRIMO PIANO :