-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Usa, ecco le foto dai satelliti: l'attacco a Riad dall'Iran- La tariffa Rc auto a 405 euro: Prezzo ai minimi dal 2012- Estorsioni e violenze: Arrestati 12 capi ultrà della Juve- Benvenuto Presidente Mattarella: a L'Aquila un 'presidio per la scuola'- Salvini a Pontida: 'Questa è l'Italia che vincerà. Mai a sinistra, mai col Pd'-

news

News - Primo Piano

A FUOCO AUTO IN TRANSITO SULL’A25

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

venerdì 30 marzo 2012

BASKET PER RINASCITA, LA FAVOLA DI ABDUL JEELANI SCELTA DA GIOVANI CONFINDUSTRIA

SULMONA - Una favola a lieto fine, ma soprattutto un esempio che dimostra come il gioco di squadra possa essere l’elemento cruciale per stimolare la “rinascita”. È il senso dell'incontro organizzato dal  Comitato Regionale dei Giovani Imprenditori di Confindustria Abruzzo lo scorso 28 marzo nella sede della Comunità Montana Peligna. E' stato presentato il libro “Abdul Jeelani. Ritorno a Colori” (Edizioni Il Molo), che ripercorre la storia dell’ex campione di basket, integrandola in un contesto di vicende che descrivono il nostro Paese e la sua situazione socioeconomica, prefigurando un futuro di positivo rinnovamento grazie anche alla solidarietà ed ai “valori”. Alla presenza di Simone Santi, autore del libro (attuale presidente della Lazio Basket), il cui ricavato è a favore del Progetto “Colors”
(che vede nel basket uno strumento di integrazione soprattutto a favore dei bambini delle periferie più disagiate), il dibattito si è svolto alla presenza dei presidenti dei Giovani Imprenditori Abruzzo Mauro Bernabei e L’Aquila Pierluigi Panunzi.  “ La favola che va a canestro" così un articolo di Mina, in prima pagina sulla Stampa, ha sintetizzato la storia di Abdul Jelani, giocatore di basket degli anni '80, capace di riempire i palazzetti e di entrare nel cuore dei tifosi. Un eroe nero, convertitosi all'Islam, legato all'Italia dagli anni nella Lazio Basket e nella Libertas Livorno. Un seguito fatto dal ritiro dallo sport, e soprattutto da una vita che gli volta le spalle, fino all'emarginazione più estrema in una struttura per senzatetto negli Stati Uniti. Poi la storia viene scoperta -a fine 2010- da Simone Santi, che ha ancora il ricordo di quell'eroe visto da bambino e che decide di slancio di riaprire uno spiraglio, invitandolo a tornare in Italia. "Abdul Jeelani. Ritorno a colori" è adesso un libro che ripercorre una storia che ha emozionato milioni di spettatori (raccontata in prima serata su Italia 1 dalla trasmissione "Invincibili", oltre che da numerose testate nazionali e locali).  Santi è presidente della Lazio Basket oltre ad essere amministratore delegato della Laonardo Business Consulting. Grazie al Progetto Colors supporta 12 centri nelle periferie in Italia e in Mozambico (in un orfanotrofio nei sobborghi della capitale Maputo) dove bambini e bambine che partono da un background di difficoltà trovano nel basket uno strumento di crescita ed integrazione. Il ricavato della vendita dei libri andrà a favore di www.progettocolors.com





VIDEO IN PRIMO PIANO :