-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Italia libera dal lockdown: Tutte le regioni riaprono- Salgono i contagi, 318 in più: Sono 8 le regioni senza casi- Proteste in Usa, altri 2 morti Trump: 'Mobiliterò l'esercito'- Mattarella: 'Crisi esige unità, responsabilità, coesione'- 'Serve uno sforzo comune, non ci si può dividere ora'- 'Il virus non esiste più': Zangrillo crea un caso- Floyd, sesta notte di incidenti:Tafferugli alla Casa Bianca-

news

Post in evidenza

ABRUZZO, MONTAGNA: GIORNATA IMPEGNATIVA PER L’ELISOCCORSO, 4 INTERVENTI IN POCHE ORE

L'AQUILA – Giornata impegnativa per le eliambulanze del 118 di L’Aquila e Pescara, che ieri sono intervenute in ben 4 operazioni di so...

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

mercoledì 30 maggio 2012

NUOVE CORSE AUTOBUS, VECCHIE PENSILINE


 SULMONA  -  Nuove corse per gli autobus a ridosso dal centro storico a Sulmona. In attesa che vengano sostituiti anche sedilifai da te e vecchie pensiline, soprattutto nelle strade periferiche della città, dove, dopo oltre un anno, la scena è rimasta immutata e il malcontento continua a salire. Tra l'ironico e il drammatico. Piazza Garibaldi (Linea A- C, Via Federico II (Linea A- C), Intersezione Via Pansa – Ponte Capograssi (Linea

C), Casa di reclusione Via Lamaccio (Linea C). Queste le novità di orari e itinerari apportate al piano trasporti comunale, che entrerà in vigore, in via definitiva, salvo piccoli ritocchi, dal prossimo 4 giugno e che sarà illustrato nei dettagli domani mattina dall'assessore al ramo Mauro Tirabassi. Agevolato il collegamento sia con il carcere che con la clinica San Raffaele, di fronte alla quale sarà istituita una fermata. Le modifiche, come spiega l'assessore, sono state effettuate considerando le corse dei treni e gli orari di apertura e chiusura delle scuole.
autunno 2010
Tornano le lamentele di chi, dopo oltre un anno, si trova ancora di fronte a spettacoli grotteschi come quello che perdura lungo viale delle Metamorfosi, in cui i residenti, stanchi di dover attendere in piedi l'arrivo dell'autobus,  avevano prelevato  sedie dalla proprie abitazioni sistemandole sotto la pensilina. Ognuno la sua. Diversa da quella del vicino, in modo da poterla riconoscere e avere sempre il posto assicurato. In prima fila. Ogni tanto sono state sostitutite e non con apposite panche, ma con altre sedie private. In plastica, di legno, anche in pelle. Chissà, forse perchè il tempo, a lungo andare, le logora.  Sembrano scene di un passato non troppo remoto,  quando ci si preoccupava di portarsi da casa la sedia per assistere comodamente agli spettacoli cinematografici nelle piazze. Anche oggi succede, ma non per vedere un film sul grande schermo, bensì per aspettare l'arrivo dell'autobus.

VIDEO IN PRIMO PIANO :