-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Zingaretti: 'Mi auguro non esista l'ipotesi doppio forno'- Zingaretti vede Di Maio, scontro sul nome di Conte- E' morto Carlo Delle Piane- Concluso l'incontro Pd-M5s, Dem: nulla insormontabile-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

lunedì 27 agosto 2012

COOPERATIVE, LAVORATORI PRONTI ALLA PROTESTA

SULMONA  - Presidio davanti palazzo San Francesco mercoledi prossimo alle 12.00.  E' quanto deciso oggi pomeriggio nell'acceso incontro terminato pochi minuti fa tra i sindacati (Damiano Verrocchi della CGIL, Augusto De Panfilis della CISL e Nicola Cieri della Uil FPL) e la delegazione dei 70 lavoratori delle cooperative  in forza al Comune, prossimi al licenziamento a causa delle casse comunali vuote. Si è deciso di protestare prima dell'
incontro previsto per lunedi' 3 settembre alle ore 10.30.  Oltre ai dipendenti della Coop Sulmona Servizi sono coinvolte anche altre Cooperative, in scadenza di contratto non potranno vedersi riconfermati gli appalti di lavoro per conto del Comune e la Satic, che il 30 settembre avrà lo stesso problema, visto che scade il contratto di appalto. "Bisognerà decidere insieme alle forze politiche che amministrano il nostro Comune" ha affermato Augusto De Panfilis (Cisl), su cosa bisogna fare e come procedere in questa situazione drammatica  "la politica deve prendersi le proprie responsabilità e trovare una soluzione al problema, bisogna trovare le risorse tramite l'IRPEF o l'IMU". Secondo Verrocchi (CGIL) invece "nel bilancio pluriennale 2013/ 2014 non è previsto alcun euro per le cooperative, non ci sono soldi in bilancio, il che equivale a minor servizi per i cittadini". Addita i governatori cittadini come responsabili che devono trovare una soluzione. La soluzione sarebbe quella di "far pagare di piu' a chi ha di piu'" Sulla stessa linea Cieri (Uil) il quale ha ricordato la determinazione della Cooperativa Sulmona Servizi che "in assenza del nuovo bando è pronta ad avviare la procedura di licenziamento che porterà alla solita trafila della cassa integrazione e successivamente della mobilità"."Noi e la città di Sulmona" ha aggiunto "non possiamo permetterci il lusso di perdere questi posti di lavoro, bisogna trovare una soluzione l'unica possibilità che il Comune di Sulmona ha è quella di reperire i soldi attraverso la tassazione".

VIDEO IN PRIMO PIANO :