-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - La marcia per il clima: Gilet gialli in azione a Parigi Barricate a Place d'Italie- Nuovi sbarchi a Lampedusa, approdati in 108- 'Basta soldi alla Lario', Berlusconi pignora i conti- Di Maio'La prova col Pd sarà il taglio dei parlamentari'- L'annuncio di Emma Marrone: 'Mi fermo per motivi di salute'-

news

News - Primo Piano

AL VIA LA 67^STAGIONE DELLA CAMERATA MUSICALE SULMONESE

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

mercoledì 29 agosto 2012

SENATORE MASCITELLI VISITA OSPEDALE SULMONESE. LE PROPOSTE DEI SINDACATI

foto Maria Trozzi
SULMONA - Chiederà un incontro con il Ministro Balduzzi e vorrà seguire il caso Sulmona come vicepresidente della Commissione parlamentare d'inchiesta per la sanità. Visita questa mattina all'ospedale di Sulmona del senatore Alfonso Mascitelli, giunto al SS Annunziata nelle vesti di parlamentare, come ha tenuto a precisare da subito. Accompagnato dal capogruppo consiliare a palazzo San Francesco, Giuseppe  Ranalli, e dal segretario cittadino Idv, Alessandra Vella, il senatore ha riconosciuto la situazione d'emergenza, soprattutto in merito alla sicurezza sismica, in cui si trova il
nosocomio peligno, ritenendo che il commissario Chiodi debba fornire chiarimenti sui tempi di
realizzazione del nuovo ospedale, sulle risorse  e i progetti nel dettaglio, questo perchè non ci sono certezze sui famosi 250 milioni per costruire i cinque presidi ex novo. Esprime parere contrario, poi, per un  eventuale trasferimento dei reparti nel San Raffaele, in quanto significherebbe smembramento.

In una nota, Anche i sindacati, Cgil, Cisl, Uil, Anaoo, Assomed, Fials,  insieme al tribunale per i diritti del malato  in merito alla proposta del manager Asl di far traslocare alcune unità operative nelle strutture private, per garantire la sicurezza, chiedono la certezza delle risorse economiche e l'immediato avvio delle procedure per la realizzazione dell'ospedale "che rimane la priorità a livello regionale" precisano nella nota,
bocciando lo smembramento del presidio ospedaliero "che determinerebbe gravi difficoltà nella gestione di pazienti, aggravamento delle carenze di personale già esistenti, problematiche organizzative con rilevanti risvolti anche medico legali.
LE PROPOSTE DEI SINDACATI 
Propongono nella fase transitoria, sia la costruzione di strutture modulari che possano ospitare le unità operative e i servizi che si trovano attualmente nell'ala vecchia," con evacuazione e alleggerimento della stessa che presenta le maggiori criticità, sia la realizzazione del progetto già finanziato ed appaltato di strutture modulari ospitanti nuove sale operatorie. Chiedono infine "il mantenimento delle Unità Operative esistenti con la conservazione dei posti letto previsti e l'attivazione della Lungodegenza". g.s.

VIDEO IN PRIMO PIANO :