ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Salvini:'Estremista chi guida l'Ue. Non siamo ultradestra'- Salvini: 'Se vinciamo tassa al 15%, Lega garanzia stabilità'- Di Maio: 'Sono preoccupato dall'ultradestra'- Salvini-Di Maio,lite continua M5s: in gioco tenuta governo- Autorizzato lo sbarco delle famiglie della Sea Watch-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

mercoledì 26 settembre 2012

CRISI, OPPOSIZIONE FIRMA DELIBERA. PER DI CESARE "AZZERARE LA GIUNTA"

SULMONA - Come funamboli in equilibrio per evitare la bancarotta, dove la rete di sicurezza sarebbe un Consiglio comunale di domenica. E' il dissesto finanziario il mostro che incombe sulle sorti di palazzo San Francesco dove si stanno vivendo giorni di fuoco e momenti di tensione con riunioni urgenti a destra e sinistra,
per i capigruppo il pomeriggio e per l' opposizione la sera,  tentando di trovare il salvagente per non affondare. Incontro nella tarda serata ieri, in sede privata, per la minoranza, tra cui anche i
consiglieri di Rialzati Abruzzo e del Terzo Polo,  che hanno firmato la proposta di deliberazione salva-lavoratori, con la quale si coprirebbero le cooperative fino alla fine dell'anno e si eviterebbe la perdita del posto di lavoro, e  si chiede di convocare urgentemente il Consiglio comunale per discutere del caso imu e variazione bilancio, in quanto sussistono motivi importantissimi legati alla data del 30 settembre (domenica), ultimo giorno utile sia per l'aliquota imu che per la salvaguardia degli equilibri finanziari, che rendono necessaria la seduta.  L'unico che, nonstante fosse presente, non ha firmato è stato Luigi Rapone, lasciando, in questo modo, una situazione di dieci contro dieci nella prossima seduta dell'assise civica che potrebbe tenersi domenica. Ma sembra non essere escluso che la sua approvazione arrivi in quella occasione. Staremo a vedere. Decisiva sarà la giornata di venerdi prossimo, quando il presidente del Consiglio comunale Nicola Angelucci dovrà tornare dal prefetto dell'Aquila Maria Giovanna Iurato, che ha già incontrato ieri, in attesa di ottenere l'ok al Consiglio comunale scavalcando il passaggio in commissione e il regolamento.
Si dovrà vedere (per la questione dell'imu) se arriverà o meno la proroga al 30 ottobre dal Governo. Pare che il Consiglio dei Ministri si riunisca venerdi. Forse si andrà in aula consiliare di via Mazzara domenica. Momenti difficili, quindi, a palazzo San Francesco dalle vuote casse. Intanto per Donato Di Cesare è necessario l'azzeramento della Giunta "Al sindaco concediamo l'onere di motivare chi lascia e chi manda via. E' responsabilità di tutti se andiamo a casa" commenta "io mi assumo le colpe, perchè ne ha di colpe la mia maggioranza che ho sostenuto, ma oggi il salto nel buio arriva tra capo e collo del cittadino e della città". E' convinto Di Cesare che l'aumento dell'imu non serva per salvare i lavoratori "è un falso problema" ha detto "perchè i lavoratori sono stati messi in difficoltà da chi con un fare superficiale ha prodotto assunzioni creando un buco. Il comune rischia il dissesto se cade l'amministrazione". Secondo l'opposizione, politicamente si è arrivati al capolinea. g.s.

VIDEO IN PRIMO PIANO :