ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Bologna, scontri per il comizio di Forza Nuova- 'Picchia mio figlio e legge Anna Frank', sospesa- Salvini: 'Flat tax è frontiera della durata del governo'- Scontro sui migranti, Di Maio: 'Salvini nel pallone' Leader Lega: 'Onu burocrati'- Google e i big dei chip rompono con Huawei-

news

News - Primo Piano

89ENNE COLTO DA MALORE MUORE NEL SUO TERRENO AGRICOLO

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

martedì 27 novembre 2012

COOPERATIVE, SINDACATI "ASSEMBLEA IN CONSIGLIO POTEVA ESSERE UN SEGNALE"

SULMONA - Arriva il no per poter svolgere l'assemblea sindacale dei lavoratori delle cooperative comunali durante la prossima seduta dell'assise civica i sindacati Cgil Cisl e Uil esprimono il disappunto affermando che "non parteciperanno al Consiglio come "uditori", precisando che la democrazia e la libertà consentono a tutti i cittadini di assistere alle sedute consiliari". Si definisco delusi i sindacati:"Pur nella formalità del Regolamento
Comunale" commentano in una nota  "in situazioni straordinarie e drammatiche come quelle che i 70 lavoratori delle Cooperative stanno vivendo, si poteva e doveva derogare per  dare voce alle preoccupazioni e alle sofferenze delle persone e dei loro rappresentanti. E' stata persa una occasione" secondo Damiano Verrocchi (Cgil), Augusto De Panfilis (Cisl) e Nicola Cieri (Uil) "perchè l'assemblea poteva essere un segnale di civiltà e di capacità di ascolto" Spiegano di aver presentato l richiesta  regolarmente al Presidente del Consiglio Comunale, Nicola Angelucci, "il quale ha comunicato  che :"la richiesta di assemblea sindacale in contemporanea con i lavori consiliari non è compatibile ai sensi del Regolamento...".  "Ora la Giunta e il Consiglio Comunale si dovranno assumere tutta la responsabilità circa  il mantenimento dei servizi da erogare ai cittadini che sono tantissimi come il servizio elaborazione dati, il servizio tecnico con due geometri, il servizio sisma, il servizio portineria, il servizio scuolabus, il servizio verde pubblico e pulizia giardini, il servizio segnaletica stradale e, nelle prossime settimane, il servizio di raccolta rifiuti e ingombranti nonchè i servizi turistici, nella consapevolezza che i lavoratori sono la parte più debole  della difficoltà politico-amministrativa che si è venuta a creare a Palazzo S. Francesco"

VIDEO IN PRIMO PIANO :