ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Tria: 'Rispettiamo le regole, ottimista su procedura Ue'- Colpo alla 'ndrangheta: Arresti in Emilia-Romagna- Olimpiadi invernali 2026: Vincono Milano e Cortina. Sogno olimpico per l'Italia- Evaso in Uruguay boss 'ndrangheta Rocco Morabito- Giochi 2026, oggi si decide Conte: 'Il sogno dell'Italia'-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

venerdì 23 novembre 2012

NANNARONE "LE PRIMARIE SI DEVONO FARE ANCHE A SULMONA"

SULMONA - Le Primarie necessarie anche a Sulmona. Sulla scia del fatto che debbano essere i cittadini a dover decidere chi dovrà candidarsi a sindaco nel centrisinistra, dove regnano smarrimento e sfuducia nei partiti, Teresa Nannarone, vicesegretaria del Pd di Sulmona lancia la proposta in una nota. " Le numerose richieste di informazione dei cittadini su come votare domenica, denotano grande interesse alle primarie nazionali. Una prova di democrazia che il segretario nazionale del Pd, insieme a Renzi, Puppato, Venbdola e Tabacci, ha fortemente voluto e costruito. Un gruppo "ai blocchi di partenza" con pari dignità con il progetto comune di riportare il centrosinistra a governare per il bene dell'Italia, e senza
che nessuno si senta già la vittoria in tasca. Se il nostro apese avrà una svolta significativa alle politiche del 2013 uscendo dalla crisi economica e sociale che lo ha travolto nelll'era del berlusconismo, lo si dovrà al aocraggio dei partiti che si confrontano e a quello di uomini e donne che con generosità si sono impegnati in questi mesi di campagna elettorale. Questo percorso dovrà essere necessariamente seguito anche a a Sulmona, dove la sfiducia e lo smarrimento dei cittadini verso le forze politiche è, forse, ancora maggiore che nel resto d'Italia. Proprio per questo dovranno essere i cittadini e non i partiti, o peggio pezzi di essi, a decidere, attraverso le primarie, di chi dovrà candidarsi a sindaco del centrosinistra. Diversamente si rischia di perdere un'occasione di democrazia. Diversamente si rischia che Sulmona peggiori la sua condizione di città divisa, impoverita ed isolata, in cui prevarranno i personalismi anzichè la necessaria ripresa economica e sociale. Diversamente un'alternativa credibile alla grave situazione politica attuale non sarà possibile. Le primarie rappresentano perciò l'unica sfida vera che i partiti, i movimenti civici cittadini e i loro candidati,  possono proporre se hanno a cuore il bene di Sulmona". 

VIDEO IN PRIMO PIANO :