ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Si è ucciso il prof arrestato per abusi sessuali- E' morto Franco Zeffirelli- Salvini firma il divieto d'ingresso alla Sea Watch 3- Hong Kong Sospesa la legge sulle estradizioni- In campo Giamaica-Italia 0-3 LIVE tripletta di Girelli- Caos procure,

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

lunedì 22 aprile 2013

VITTORIO MONACO PRESENTATO LIBRO"AI MARGINI OCCASIONI 1981- 1982"

SULMONA - Il centro studi e ricerche Vittorio Monaco  ha presentato nella Sala conferenze della Comuintà  Montana Peligna il libro di poesie inedite di Vittorio Monaco " AI MARGINI. OCCASIONI 1981-1982. Edizioni Qualevita.L'incontro è stato introdotto da Giuseppe Evangelista - Presidente Centro studi Vittorio Monaco .L'introduzione è stata di Marco Del Prete  che ha curato la prefazione e la cura del libro.Relatori Rino Caputo Preside Facoltà di lettere Università Tor vergara e Marcello Teodonio - Docente di Letteratura Italia Univ. Roma Presidente Concorso nazionale di Poesia "Vie della Memoria" di Vittorio Monaco.
"Questo è un libro importante che copre un buco" ha spiegato Marcello Teodonio."Vittorio Monaco aveva scritto queste poesie per gli amici, quindi erano praticamente inedite"ha aggiunto. "Segnano un passaggio tra i vari momenti della scrittura di Vittorio Monaco e poi rappresentato, come al solito, questa sorpresa. Ci sono alcuni termini che tornano sempre nella sua scrittura e anche in queste poesie che probabilmente nascono da un occasione privata ecc. su cui lui evidentemente torna sempre, nel senso che il tempo che passa in
relazione alle prospettive del futuro che viene.Questo suo tipico modo di riflettere sull'esistenza, sulla vita e sulla poesia.Diciamo che è un altro pezzetto di riflessione sulla sua scrittura" ha spiegato Teodonio."Vittorio Monaco era una persona straordinaria, ci manca veremante perchè era  una persona vera.Io l'ho conosciuto per poco tempo, ma è una di quelle strane cose che si verificano quando uno entra immediatamente in relazione, quando tu hai a che fare con una persona vera e autentica, che ti si rivela per quello che è .La conoscenza, l'amicizia e la solidarietà sono state immediate e quindi anche la simpatia, la sintonia, il condividere le cose, ma soprattutto il confrontarsi con una persona veramente speciale.Ripeto, Vittorio ci manca moltissimo" ha concluso Teodonio

 "Io sono lieto di dire che Vittorio Monaco è un poeta vero, cioè non è soltanto uno che mette i pensieri in verticale, come pure brillantemente nelle nostre province di intellettuali letterati hanno fatto e fanno" ha affermato Rino Caputo."Per Vittorio Monaco  è arrivato il momento di assumerlo come uno degli interlocutori della poesia italiana della fine del Novecento"ha aggiunto."Questa è la mia opinione, io non l'ho conosciuto personalmente, ma  sono uno di quelli che lo conosce per la sua opera, il che è un difetto dal punto di vista emozionale e umano, ma può essere un pregio paradossalmente dal punto di vista dell'artista e quindi della poesia, che ci permette di valutare ciò che rimane di lui. Debbo dire ancora una volta che ciò che rimane è molto importante e quindi è forse il caso di <arare> ulteriormente questo campo.Credo che la poesia di Vittorio Monaco non si esaurisca nelle raccolte che gli amici devoti hanno fatto per lui.Si tratta di andare avanti, potrebbe essere  d'ora in poi di approfondire proprio questo discorso"ha concluso il professor Caputo



VIDEO IN PRIMO PIANO :