ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Europee: Alle 7 aperti i seggi, al voto quasi 51 milioni di elettori- Quattro italiani arrestati dopo una rissa a Cadige, in Spagna- Europee: Rush finale. Sfida Di Maio-Salvini-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

lunedì 30 dicembre 2013

CONSIGLIO COMUNALE APPROVA DELIBERA RATEIZZAZIONE TARES, IL 7 GENNAIO PARTE LA DIFFERENZIATA IN ALTRE ZONE

SULMONA - Il consiglio comunale nelle seduta di fine anno tra gli altri provvedimenti all'ordine del giorno, tra cui l'affidamento del servizio di tesoreria che è stato approvato all'unanimità seppure emendato, ha deliberato la rateizzazione delle bollette  relative alla Tares la nuova tassa su rifiuti e servizi in scadenza il 31 dicembre, che ha visto aumenti fino al 60%.Il provvedimento è stato approvato all'unanimità e prevede la rateizzazione della bolletta in saldo per  il 2013 in massimo 5 rate a partire da minimo 50 euro ciascuna per somme dovute di minimo 100 euro.Per poter beneficiare della rateizzazione occorre presentare la domanda entro il 15 gennaio prossimo presso il comune di Sulmona nell'ufficio apposito.La prima rata andrà pagata entro il 24 gennaio.
Il provvedimento è stato illustrato  dal sindaco Peppino Ranalli e dall’assessore Tonio Iudiciani.I due hanno ricordato il grave momento di crisi che sta vivendo la città."Abbiamo voluto dare ai nostri concittadini la possibilità di rateizzare la somma dovuta perché ci rendiamo conto delle enormi difficoltà di molti che non hanno la possibilità economica di adempiere al pagamento"ha spiegato  Ranalli.L'Assessore Iudiciani ha ricordato che sono in molti coloro che visto l'impossibilità di pagare la tassa sui rifiuti stanno facendo staccare le utenze elettriche, gas ecc. in particolar modo per le seconde case, per non pagare la Tares. Il primo
cittadino inoltre ha  annunciato che nella giornata di oggi firmerà una ordinanza che avvia la raccolta differenziata per il 7 gennaio prossimo anche alla villa comunale e alle due circonvallazioni.Durante la seduta odierna è stata discussa anche un'interpellanza dei consiglieri Di Piero, Di Benedetto e Sinibaldi sul polo universitario sulmonese che vedrà la cancellazione del primo anno del corso di laurea di Fisioterapia.Preoccupazione è stata espressa dai promotori dell'interrogazione che temono un depauperamento progressivo della sede sulmonese.Il consigliere di opposizione Di Piero ha espresso le sue preoccupazioni anche per il corso di Infermieristica che attualmente vede 9 iscritti al 1°anno 33 al 2° anno e 22 al 3°anno.Il Sindaco Ranalli ha ricordato in merito al corso di fisioterapia che la riduzione fa parte di un piano nazionale di riordino delle Università che prevede la chiusura di altri 20 corsi.Ranalli ha ricordato che ci sono dei contatti con le università di Teramo e Pescara per nuovi corsi di laurea da portare a Sulmona, tra i quali quello di scienze gastronomiche, in modo da ampliare l'offerta formativa.Dopo l'approvazione della rateizzazione della Tares la minoranza ha presentato una domanda di attualità relativamente all'ultima vicenda degli assessori comunali con la ridistribuzione delle deleghe.Tale richiesta è stata bocciata dopo il voto di maggioranza.


VIDEO IN PRIMO PIANO :