ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Libera Deborah dopo la morte del padre violento- Di Maio: 'Su dl sicurezza Lega ora vuole lo scontro col Colle?'- Morto Niki Lauda, leggenda della Formula Uno- Zingaretti: 'Paralisi governo e i conti sono fuori controllo'- Bologna, scontri per il comizio di Forza Nuova-

news

News - Primo Piano

L'AUTISMO, INCONTRO ISTITUZIONI SCUOLA E FAMIGLIA A SULMONA

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

venerdì 31 gennaio 2014

ANM CONTRO PROROGA CHIUSURA TRIBUNALI, TEDESCHI"INTERVENTO SCOMPOSTO E IMMOTIVATO"

SULMONA - "Quello dell'Associazione Nazionale Magistrati, sezione Abruzzo, sulla proroga dell'accorpamento dei Tribunali di Avezzano e Sulmona a L'Aquila e di Lanciano e Vasto a Chieti, è senza alcun dubbio un intervento scomposto, immotivato e irragionevole" si legge in una nota a firma di Gabriele Tedeschi presidente dell'Ordine Forense di Sulmona."Difatti, solo pensare che dall'accorpamento possa derivare una migliore risposta alla crescente domanda di giustizia è un'affermazione, questa sì, che ci lascia sgomenti, vivamente preoccupati, sbigottiti, sconcertati e mortificati.
Basti pensare, infatti, alle gravissime disfunzioni che si sono verificate e si stanno verificando nelle realtà giudiziarie che hanno già visto I'entrata in vigore della legge di riforma  della geografia giudiziaria.Rinvii a nuovo ruolo, fascicoli ancora giacenti negli scatoloni, carenza di aule e di spazi, aumento spropositato dei costi: così si può riassumere la situazione che ha finora provocato questa "grandiosa" riforma, la quale strumentalmente ignora che la giustizia esercitata nei Tribunali impropriamente definiti minori è sicuramente più efficace e piir rapida, costituendo, peraltro, vero argine all'illegalità diffusa. Nella realtà abruzzese i disagi sarebbero ben maggiori ove si pensi a L'Aquila e alla grave situazione degli uffici giudiziari, così come descritta anche dal Presidente della Corte d'Appello nella relazione introduttiva all'inaugurazione dell'anno giudiziario, e ai gravi danni del palazzo di Giustizia di Chieti.Come sia possibile amministrare seriamente la giustizia in queste condizione è un mistero.Dimentica ANM sezione Abruzzo che, con I'accorpamento, ai tanti cittadini abruzzesi, in particolare a quelli residenti nel sud della regione, verrà di fatto impedito il diritto costituzionalmente garantito di accedere alla giustizia: altro che "interessi localistici e individuali o frutto di logiche lontane anni luce dall'interesse
generale".Purtroppo, gli Avvocati, a differenza dei Magistrati, sono abituati (ma non rassegnati) a non avere alcuna interlocuzione quando si affrontano argomenti di politica giudiziaria, e se, per una sola volta, ai Magistrati non è stato consentito di imporre la loro volontà, come è sempre accaduto in passato e come è accaduto anche in occasione della revisione della geografia giudiziaria, tale eccezione non può che rallegrare, anche se I'auspicio è che I'eccezione diventi, a questo punto, una regola.Gli Avvocati abruzzes| quindi, auspicano che nel prossimo passaggio parlamentare alla Camera dei Deputati venga confermato I'interesse generale e che questo emendamento sia definitivamente approvato, consentendo all'Abruzzo di avere un sistema giudiziario veramente efficiente e di esempio per tutta la realtà giudiziaria del paese".
Gabriele Tedeschi

VIDEO IN PRIMO PIANO :