ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Maturità 2019: Ungaretti e Sciascia tra i temi. Ma anche Dalla Chiesa- Conte: 'Dialogo sull'infrazione ma decisi sulla nostra linea'- Al via con la prova di italiano Ungaretti, Stajano e Sciascia- Tria sotto assedio del Carroccio- Mondiali 2022 in Qatar: Platini fermato per corruzione-

news

News - Primo Piano

NO HUB DEL GAS, "SIT- IN ANTI SNAM A SULMONA"

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

venerdì 31 gennaio 2014

CASAPOUND CHIEDE LE DIMISSIONI DEL SINDACO DOPO L'ENNESIMA CRISI

SULMONA -  Scioglimento della giunta comunale e ritorno alle urne alla prima data utile. E' quanto chiede CasaPound Italia a fronte dell'ennesima crisi nella maggioranza comunale a neppure un anno dal voto della primavera 2013. " Dopo mesi di inefficienza amministrativa e assessori dimissionari, ci chiediamo per quanto tempo ancora questa città dovrà continuare a vergognarsi di questa falsa politica cittadina. Vogliamo ricordare al sindaco Ranalli che ci sono priorità maggiori rispetto alle problematiche interne del suo partito, e che questo territorio deve essere tutelato da una classe politica che sia in grado di dare risposte ai disoccupati,
alle famiglie, e ai giovani. Vogliamo anche far notare come mentre in questi mesi in Giunta si passava il tempo a litigare, a Roma veniva decisa la soppressione del Tribunale di Sulmona, fondamentale presidio della legalità sul nostro territorio, e continuava l'agonia della zona industriale". Così Alberto Di Giandomenico, responsabile sulmonese CasaPound, in una nota."Se la giunta comunale non riesce a trovare la stabilità interna necessaria per poter affrontare le gravi emergenze che interessano il nostro territorio - continua Di Giandomenico - allora non possiamo che chiedere al sindaco Ranalli di dimettersi, affinchè dal ritorno alle urne possa emergere una nuova amministrazione capace di tutelare gli interessi di Sulmona e dei Sulmonesi. Per quanto ci riguarda, continueremo il nostro impegno quotidiano a fianco dei cittadini per la difesa e la valorizzazione della città di Sulmona e della valle peligna, che si trovano a subire le pesanti conseguenze di una pessima gestione amministrativa a tutti i livelli ".

VIDEO IN PRIMO PIANO :