ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Salvini attacca: 'Troppe opere bloccate dal Mit'- Incendio doloso: Caos treni, pista anarchica.Ritardi fino a quattro ore. Tilt treni tra Roma e Firenze- Incendiata cabina elettrica- Salvato l'alpinista italiano ferito in Pakistan, è in ospedale- Alpinista italiano ferito in Pakistan 'Moavero ci aiuti'-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

mercoledì 29 gennaio 2014

POLIZIA DENUNCIA DUE PERSONE, UN 47ENNE CINESE E UN 28ENNE DI SULMONA

SULMONA - Personale della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di P.S. di Sulmona ha denunciato S.W., cittadino cinese quarantasettenne, autore del furto di uno smartphone, avvenuto pochi giorni fa all’interno di un’agenzia di scommesse sportive di Sulmona.L’uomo, approfittando di un attimo di distrazione del proprietario del cellulare, che lo aveva appoggiato su un mobile, mentre era intento a giocare ad una Slot machine, si era impossessato furtivamente del telefono, mettendoselo in tasca
dopo essersi accertato che nessuno lo stesse guardando, per poi allontanarsi velocemente dal locale. Il cinese, rintracciato qualche giorno dopo nella stessa agenzia di scommesse da personale del Commissariato, si è difeso affermando di essersi appropriato del cellulare poiché pensava fosse stato dimenticato. E’ stato possibile ricostruire quanto avvenuto realmente grazie al sistema di videosorveglianza posto all’interno dell’agenzia di scommesse.
Nei giorni scorsi, inoltre, la Squadra Volante del Commissariato è intervenuta su segnalazione di alcuni cittadini che hanno notato, legata alla canna di una bicicletta mountain bike parcheggiata all’esterno del poligono di tiro di Sulmona, una spada giapponese del tipo “Katana” riposta in un fodero.Il proprietario, un giovane sulmonese di 28 anni, si è giustificato affermando di averla ricevuta in dono da un amico e, indeciso sulla sua natura, di giocattolo o arma, l’aveva portata con sé per farla visionare da un negoziante di sua conoscenza esperto in materia, ma avendo trovato il negozio chiuso, aveva deciso di raggiungere il poligono dove doveva esercitarsi, lasciando la spada legata alla bicicletta. Trattandosi di un oggetto privo di punta e di affilatura, il giovane è stato denunciato per porto ingiustificato di oggetto atto ad offendere.


VIDEO IN PRIMO PIANO :