-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - La movida divide i sindaci scontro sugli assistenti civici- A Pompei ecco il mistero della piccola Mummia- Accordo sulla scuola, il concorso dopo l'estate- Calano malati e decessi: Da domani i test sierologici- Tensione ad Hong Kong Cariche e scontri, 150 arresti- A Napoli lungomare bloccato 'Notte di follia fino alle 4'- In Lombardia oggi 441 contagiati in più di ieri-

news

Post in evidenza

INIZIATI I LAVORI PER LA ROTATORIA DI PRATOLA PELIGNA

PRATOLA - Presente all’inizio dei lavori il delegato alla viabilità, Luca Rocci, il dirigente del settore viabilità della provincia, Ing. ...

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

giovedì 27 marzo 2014

UNIONE COMUNI, RANALLI"STIAMO LAVORANDO GIA' DA DIVERSO TEMPO"

SULMONA - “Sulla proposta di unione dei Comuni stiamo lavorando  già da diverso tempo e nell’ultimo incontro sull’argomento svoltosi  lo scorso 25 marzo, abbiamo avviato una ipotesi di lavoro per verificare se esistono le condizioni per giungere alla costituzione di una unica Unione dei Comuni del nostro comprensorio”.
E’ immediata la replica del Sindaco di Sulmona, dott. Giuseppe Ranalli, alle affermazioni di Gianni Natale del Movimento “Ripensiamo il territorio”, comparse questa mattina sulle cronache locali.
“Obiettivo comune dei Sindaci del territorio –ha spiegato il Sindaco di Sulmona- è quello di dare attuazione agli obblighi di legge già vigenti per i comuni più piccoli e  concreto seguito anche alle proposte emerse nel corso dei convegni organizzati dal Movimento, facendoci carico di approfondire la normativa e individuare un percorso condiviso che porti ad associare alcune  funzioni per tutti i Comuni, Sulmona compresa. In questo senso –ha aggiunto il dott. Ranalli –abbiamo costituito un tavolo di lavoro che dovrà armonizzare le varie esigenze locali con il dettato normativo; in questo senso, sono i Sindaci ed i rispettivi consigli comunali in primo luogo, a dover guidare questo processo di unificazione, nel quale saranno poi coinvolti tutti i soggetti esistenti sul territorio, dagli Enti alle Associazioni di categoria, dalle Università alle Istituzioni, agli Ordini Professionali”.
“Sull’argomento –ha quindi concluso il Sindaco- siamo ben svegli e operativi, e puntiamo con decisione  ove ce ne siano le condizioni normative a una unica forma di aggregazione”.

VIDEO IN PRIMO PIANO :