ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Migranti: 'La Sea Watch non sbarca neanche a Natale'- Tria: 'Rispettiamo le regole, ottimista su procedura Ue'- Colpo alla 'ndrangheta: Arresti in Emilia-Romagna- Olimpiadi invernali 2026: Vincono Milano e Cortina. Sogno olimpico per l'Italia-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

mercoledì 30 aprile 2014

FREEDOM TRAIL 2014, CONSEGNATE BORSE DI STUDIO ROBERTO CICERONE

(video intervista Ten.Col.Gibson)
SULMONA - Terminata la XIV marcia internazionale "Il Sentiero della Libertà"Freedom Trail, manifestazione che si è svolta in tre giorni 25, 26 e 27 aprile ed ha interessato  le località di Sulmona, Campo Di Giove, Taranta Peligna e Casoli  con la partecipazione di oltre 700 studenti, dopo il  ritorno a Sulmona, questa mattina nell'aula magna del Liceo Scientifico Enrico Fermi si è svolta la cerimonia della consegna delle borse di studio Roberto Cicerone protagonista della Resistenza Umanitaria.
Presenti il Preside del Liceo E.Fermi Massimo Di Paolo, Adelaide Strizzi, la promotrice e ideatrice del Sentiero della Libertà, il Professor Mario Setta, il presidente del Consigli Comunale Franco Casciani, il Colonnello  Venn dell'Ambasciata Britannica e il Tenente Colonnello Gibson  dell'Ambascita degli Stati Uniti.Roberto Cicerone è stato uno dei protagonisti  della resistenza umanitaria a Sulmona.Cicerone veniva chiamato "Pazzone" e veniva descritto come un uomo coraggioso, generoso e schivo.Il primo premio dedicato dalla famiglia di Roberto Cicerone è stato
attribuito all'allievo Giuseppe Natale della IV sez A del Polo Scientifico Tecnologico Fermi.Il
secondo premio a Lorenzo Flavio del Liceo Classico di Brescia, che non era presente ma ha partecipato alla cerimonia in collegamento via skype .Terzo premio a Gino Tarullo della classe IV sez A del Polo Scientifico e Tecnologico di Sulmona.Un resoconto sull'edizione 2014 del sentiero della Libertà  caratterizzata dalla pioggia è stato tracciato dall'instancabile Adelaide Strizzi, la quale ha affermato che, all'indomani della marcia quest'anno, sono state tantissime le mail arrivate dai partecipanti che esprimevano plauso ed elogi per la bella esperienza. L'insegnante non ha risparmiato i complimenti , ma anche qualche simpatica critica per i suoi ragazzi.Quest'anno il tragitto per il maltempo è stato modificato a malincuore e la marcia  non ha toccato il Guado di Coccia, sulla Majella, dove nel 43 fu scritta una delle più significative pagine di eroismo della guerra di liberazione, hanno lasciato che a dominare fosse il silenzio e la riflessione.
Ven e Gibson

la consegna del 1° Premio



il secondo premiato


il terzo premiato




VIDEO IN PRIMO PIANO :