ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Salvini: oltre questo governo ci sono solo le elezioni- Ue, Von der Leyen: sui conti monitoreremo Roma da vicino- Addio a Luciano De Crescenzo, l'ingegnere filosofo- Di Maio: 'La crisi non ci sarà'- 'Ndrangheta, colpo a cosca vicino Commisso- Andrea Camilleri è morto. Addio al grande scrittore-

news

News - Primo Piano

SUICIDIO CONTI: IL GIP, AVANTI CON LE INDAGINI

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

martedì 29 luglio 2014

CONSIGLIO COMUNALE:SEDUTA DURATA QUASI 10 ORE.NESSUN ALLARGAMENTO DELLA MAGGIORANZA

SULMONA - E’ terminato a notte fonda il consiglio comunale di ieri. La seduta iniziata dopo le 16 si è conclusa alle ore 01.45. Il tempo si è notevolmente allungato anche su quelle questioni che dovevano essere sbrigative. A cominciare dalle nomine Asp per finire ad un ordine del giorno sulla pedonalizzazione del centro storico. Nel mezzo il dibattito sulla situazione politica che ha infiammato gli animi. Quello che conta è verificare la tenuta della maggioranza. Ha insistito su questo la minoranza con il consigliere di Sulmona Democratica Mimmo Di Benedetto che più volte ha invitato il sindaco Peppino Ranalli a porsi una domanda per cercare di capire le ragioni che hanno spinto Santilli e Pantaleo a passare dalla maggioranza all’opposizione.
“Non ho più intenzione di correre dietro a nessuno – ha detto il primo cittadino – perché se non ci sarà più una maggioranza andremo a rivotare”. Il botta e risposta ha riguardato vari aspetti politici, dal ricorso contro le elezioni alle recenti regionali. Le posizioni restano distanti. Altro che allargamento della maggioranza perché non si intravede quella volontà che l’uno richiama all’altro. Si rimane pertanto con le differenti posizioni, da un lato i "dimasciani" e dall’altro i sostenitori del neo consigliere regionale Gerosolimo verso il quale il sindaco Ranalli si dichiara disponibile al dialogo nell’interesse della città ma Mimmo Di Benedetto ha fatto pesare che “se fosse dipeso dal sindaco, Sulmona non avrebbe avuto un consigliere regionale”. A proposito della volontà espressa da Ranalli nella precedente seduta di assegnare incarichi ai consiglieri comunali, il primo cittadino ha annunciato di aver attribuito la delega alla protezione civile a Daniele Del Monaco di Pronti per Cambiare. In precedenza il consiglio è stato costretto a votare la variazione di bilancio per consentire
la proroga di un mese del servizio rifiuti all’Am Consorzio in seguito alla mancata esternalizzazione al Cogesa che ora viene annunciata per il mese di ottobre. In merito all’interpellanza della minoranza sulla questione degli ex Lsu l’assessore Stefano Goti ha spiegato che di fronte al diniego di diversi lavoratori in mobilità, su diciannove contattati dal Comune, è stata una necessità dettata dall’urgenza assumere personale tramite un’agenzia interinale. La minoranza, non soddisfatta della risposta, fa sapere che potrebbe rivolgersi alla Corte dei Conti. A fine seduta sono stati approvati alcuni ordini del giorno. Quello sulla pedonalizzazione, presentato dal consigliere di maggioranza Valerio
 Giannandrea, da mandato alla giunta di procedere alle verifiche tecniche insieme alla Polizia Municipale per chiudere il centro storico alle auto dalle 17.30 del venerdì all’una del lunedì fino all’ultimo week end di settembre. La discussione sull’argomento è andata per le lunghe in quanto Giannandrea intendeva procedere da subito all’applicazione del divieto di circolazione nei fine settimana. Prima però di predisporre segnaletica ed altro la questione dovrà essere studiata tecnicamente.

VIDEO IN PRIMO PIANO :