ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Open Arms, Libia lascia morire donna e bimbo- Colpo ai Casamonica, 33 arresti Tra le vittime anche il dj Baldini- Mafia: colpo al clan dei Casamonica, 31 arresti- Putin: 'Nessuna ingerenza' Trump: 'Russiagate è farsa'- Sindone, almeno metà delle macchie di sangue sono false -

news

News - Primo Piano

INCIDENTE IN VIALE DELLA REPUBBLICA, CONDUCENTI ILLESI

VIDEO IN PRIMO PIANO -

sabato 27 settembre 2014

IL 3 OTTOBRE SARA' ACCESA A CASTELVECCHIO SUBEQUO LA LAMPADA VOTIVA IN ONORE DI S.FRANCESCO

(video intervista  Pietro Salutari e padre Bonaventura Febbo)
CASTELVECCHIO SUBEQUO - In occasione della XXX edizione, il 3 Ottobre 2014 a Castelvecchio Subequo, sarà il sindaco francese Monsieur Guy Flammier di La Roche Sur Foron, ad accendere la Lampada votiva in onore del Santo Patrono d’Italia, rito che ogni anno si svolge anche ad Assisi, città natale del santo.Situata nel cuore dell'Alta Savoia, La Roche sur Foron, è una cittadina di origini medioevali con circa 10 mila abitanti.L'evento è stato presentato ieri nel corso di una conferenza stampa.Presenti il sindaco di Castelvecchio Pietro Salutari, l’assessore alla cultura Andrea Padovani il parroco della Chiesa di San Francesco padre Bonaventura Febbo, lo studioso Emiliano Splendore, Presidente del Gruppo Archeologico Superequano.Ha coordinato il giornalista Giovanni Pizzocchia.
Grande centro commerciale del Ducato di Savoia e oggi sede della Fiera Internazionale dell'Alta Savoia Monte Bianco, che attira più di 100.000 visitatori all'anno.La scelta di un comune francese scaturisce essenzialmente per due legami, sia perché la mamma del santo era francese, sia a seguito degli scambi culturali che il Comune di Castelvecchio Subequo ha instaurato con i comuni del Biellese, per via della solidarietà offerta in occasione del sisma del 2009, in particolar modo con il comune di Candelo. Difatti quest’ultimo era già gemellato con la cittadina francese. Fra il comune piemontese e quello savoiardo si è consolidata una cooperazione politico culturale legata al recupero dei

monumenti dei propri patrimoni storici (Ricetto a Candelo e la Rocca a la Roche) ed all’organizzazione di importanti eventi turistico-culturali. Tali attività costituiscono buone pratiche di Amministrazione, da cui il centro subequano intende trarre utile insegnamento.Al rito, che si svolgerà presso la monumentale Chiesa di San Francesco, dove sono custodite le sacre Stigmate del santo e ,in un’apposita Cappella dedicata all’Assisiate, sono presenti affreschi di scuola giottesca su episodi di vita del frate, simili a quelli presenti in Assisi, parteciperanno, oltre al primo cittadino con una delegazione francese, numerose autorità politiche della Regione Piemonte e della Regione Abruzzo.La manifestazione inizierà con una sfilata per le vie del paese, con i gonfaloni di numerosi comuni abruzzesi. Alle ore 18:00 si procederà al rito di accensione.







VIDEO IN PRIMO PIANO :