-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Germania: Strage nei locali del narghilè 'Annientare alcuni popoli'- La sfida di Renzi a Conte: Fiducia sul dl intercettazioni- Diamond, al via lo sbarco passeggeri sani giù dalla nave- Coronavirus: Un italiano positivo al virus, è sulla Diamond Princess- Addio a Flavio Bucci, dal Ligabue tv a Sorrentino-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

mercoledì 12 novembre 2014

L'ARTISTA INTRODACQUESE VALENTINA COLELLA ALLA BIENNALE"FIN DEL MUNDO"

INTRODACQUA - L'artista introdacquese Valentina Colella, rappresenterà l'Italia, alla Biennale “Fin del Mundo”, che si terrà a Mar Del Plata (Buenos Aires) dal 18 novembre fino al 28 febbraio 2015. L'artista, nata a Sulmona nel 1984 , che ha compiuto gli studi presso l' Accademia delle Belle Arti di L'Aquila, è stata segnalata da Vittoria Biasi curatrice e storica di arte contemporanea e Sergio Fintoni presidente della società 123art ed ex pubblic relation del Museo Toscano "Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci". Dopo la segnalazione, le è stato chiesto di presentare un progetto da realizzare durante la residenza artistica, e Valentina, ispirandosi al suo paese, Introdacqua, ha ideato "Awaiting my lucky star", cioè “in attesa della mia buona stella” ,
opera che mette in moto le leggende, le stelle cadenti ed i sogni. E deve aver immaginato che le perfette sfere di pietra, di cui le valli di Introdacqua sono piene, risalenti all' epoca geologica del Neogene, 2,588 milioni di anni fa, dovevano essere pezzi di stelle cadenti: “Sin da piccola ho immaginato che fossero cadute sulla terra, come segno tangibile della realizzazione di un sogno espresso al momento luminoso di scia delle stelle cadenti.” La Biennale ‘Fin del mundo’ a Mar del Plata inaugura venerdì 12 dicembre 2014 e chiude i battenti  il 28 febbraio 2015.
Riguardo all'opera in mostra, Valentina racconta: “sull’origine delle sfere si narra una leggenda secondo cui, su due montagne lontane due innamorati, una strega ed uno stregone durante le loro turbolenze amorose comunicavano facendosi guerra con le sfere tra un monte all’altro, ma le sfere rimandano alle munizioni dei cannoni ed è per questo che, attraverso quest'opera, ho voluto ribaltare il significato, utilizzandole come messaggio di Pace Universale ponendole a terra ferme a costruire un Mandala, un cerchio che chiude il loro rimando di lotta (i mandala corrisponderanno alle costellazioni della stella polare e dell'orsa minore). Costruendo un significato alto di Pace, senza un inizio ed una fine, lo spettatore entra nel cerchio in attesa del proprio messaggio dal cielo. Dal soffitto scendono in corrispondenza di ogni Mandala immagini che rappresentano i miei sogni mentre i fruitori sono invitati a lasciare un segno, un messaggio del proprio sogno che saranno reinterpretati nelle prossime realizzazioni di Awaiting my lucky star.”

Che dire? In bocca al lupo Valentina...la tua Terra di origine è con te!

B.Z.

VIDEO IN PRIMO PIANO :