ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Europee: Rush finale. Sfida Di Maio-Salvini- Francia: Esplosione in centro Lione, 8 feriti. Macron: 'Un attacco'- Salvini e gli scontri a genova 'Basta con le aggressioni a poliziotti e carabinieri'- Brexit: May in lacrime 'Mi dimetto'-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

lunedì 29 dicembre 2014

ASSOCIAZIONE PER IL CENTRO ABRUZZO"MEGLIO TARDI CHE MAI"

SULMONA - "Dopo tanto, finalmente, ci si accorge delle enormi potenzialità economiche possedute dalla nostra Città e dal suo territorio.   Come si dice in questi casi, meglio tardi che mai.   Solo che il ritardo accumulato da chi ha amministrato questa Città e aveva la responsabilità morale ed il dovere civile di intervenire, è di circa 20 anni.Sulmona, infatti, sembra essersi fermata al 1994.Mentre il resto del mondo cosiddetto civilizzato è andato avanti, Sulmona, come l’Italia, è andata addirittura indietro.Per lo meno, allora, avevamo i presidi militari, importanti strutture ferroviarie quali il Deposito Locomotive, la ferrovia Sulmona-Carpinone, una popolazione di circa 26 mila abitanti, un nucleo industriale che garantiva un certo numero di posti di lavoro"si legge in una nota giunta in redazione a firma di Antonio Ruffini, presidente dell'Associazione Insieme per il centro Abruzzo.
"Oggi abbiamo perso tutto questo e si profila l’ulteriore perdita di importanti strutture come il Tribunale, la PolFer, il punto nascite dell’Ospedale (se non l’intero presidio?), circa duemila abitanti ma, quel che è peggio, abbiamo perso in rappresentatività a livello regionale per non dire a livello nazionale dove siamo considerati alla stregua di un’area marginale qualunque.  Quasi quasi si stava meglio quando si stava peggio.
Per quanto sopra riferito l’Associazione Culturale “Insieme per il Centro Abruzzo”
invita L’Amministrazione Comunale ed il Presidente del Consiglio Comunale a fornire un segnale straordinario inserendo la discussione sul Pums tra gli argomenti all’O.d.G. del Consiglio Comunale del prossimo 30 dicembre.

Un piccolo gesto che, però, serve a far capire ai cittadini che chi li amministra sta dalla loro parte aiutandoli a risolvere la grave crisi e cercando di rendere la vita più vivibile. 
                                                                                                     IL  PRESIDENTE
                                                                                               (Dott. Ing. Antonio Ruffini)


                                 

VIDEO IN PRIMO PIANO :