ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Lega, avanti con quota 100 sulle pensioni- Ok a maggioranza da cda Rai a Foa presidente- Manovra, vertice di maggioranza a Palazzo Chigi - A un'italiana la mano bionica con il tatto naturale- Addio a Inge Feltrinelli, voleva cambiare il mondo con i libri -

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

martedì 31 marzo 2015

CHIUSURA PUNTO NASCITA:RANALLI"HO L'OBBLIGO DI DIFENDERE LA CITTA' FINO ALLA FINE.MARTEDI' TUTTI IN CONSIGLIO REGIONALE"

(video intervista Peppino Ranalli)
SULMONA - Il Sindaco Peppino Ranalli fa un appello alla mobilitazione sociale per un presidio in regione e una promessa per agevolare nuovi parti a Sulmona. La rabbia di Ranalli si scatena contro D’Alfonso e Paolucci, che ieri ad Avezzano ha ribadito la necessità di chiudere il punto nascita dell’ospedale di Sulmona."Ho l'obbligo di difendere la città fino alla fine e sono contro tutti, compreso D'Alfonso e il mio partito.Seguirò le vie istituzionali fino a martedì  7 aprile prossimo, quando all’Aquila si terrà la seduta del Consiglio Regionale, dopo sono pronto ad altre forme di protesta", ha annunciato il sindaco di Sulmona stamane in conferenza stampa.
Ranalli fa appello alla città. "Non solo i sindaci del territorio, ma voglio anche le associazioni e i cittadini con me all’Aquila. Non voglio essere il sindaco di un Comune dove si costruisce un nuovo ospedale "geriatrico" e si chiude il punto nascita", tuona Ranalli, che chiederà un incontro urgente  con il Presidente della Regione e Commissario ad acta della sanità Luciano D’Alfonso."Di chi è stata la responsbilità.La politica nel corso degli anni ha massacrato l'ospedale di Sulmona.Vogliamo conoscere il futuro della sanità regionale, nessuno ci ha spiegato nulla. La Regione vuole creare una sola o al massimo due asl in Abruzzo e chiudere il punto nascita per un mero fatto economico e questo è inconcepibile e trova la mia ferma contrarietà. Siamo gli unici ad aver rilasciato le autorizzazioni per la costruzione di un nuovo blocco parto. Sono in corso i lavori sul nuovo ospedale e sulle due nuove sale operatorie. La verità  che non c’è volontà politica di mantenere il reparto". Quella del punto nascita  è una battaglia che Ranalli non vuole assolutamente perdere tant’è che il Comune di Sulmona è intenzionato a finanziare i nuovi parti anche con contributi economici.

VIDEO IN PRIMO PIANO :