ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Maturità 2019: Ungaretti e Sciascia tra i temi. Ma anche Dalla Chiesa- Conte: 'Dialogo sull'infrazione ma decisi sulla nostra linea'- Al via con la prova di italiano Ungaretti, Stajano e Sciascia- Tria sotto assedio del Carroccio- Mondiali 2022 in Qatar: Platini fermato per corruzione-

news

News - Primo Piano

NO HUB DEL GAS, "SIT- IN ANTI SNAM A SULMONA"

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

lunedì 27 luglio 2015

HA CERCATO DI SPENDERE SOLDI FALSI, MA È STATO ARRESTATO DAI CARABINIERI


SULMONA  - Ha cercato di spendere una banconota da cinquanta euro falsa ma non ci è riuscito grazie al "fiuto" di un barista sulmonese. È finita così la storia di un giovane di 21 anni, M.P., originario della provincia di Napoli che è stato arrestato, sabato sera, dai carabinieri della compagnia di Sulmona coordinati dal capitano, Francesco Nacca. Ad avvisare le forze dell'ordine ed in particolar modo il maresciallo, Luigi Lucente che si trovava fuori dal bar, il proprietario del locale situato in zona San Francesco.
Grazie alla minuziosa descrizione del ragazzo e la tempestività con cui ha agito il titolare del bar il sottufficiale si è subito messo alla ricerca dell’uomo individuandolo dopo pochissimo nei pressi di Porta Napoli dove, dopo aver richiesto ausilio ad una pattuglia, ha fermato il giovane per perquisirlo. Il ventunenne era in possesso della banconota falsa e, in macchina, trasportava con se beni di prima necessità acquistati poco prima in un esercizio commerciale di Castel di Sangro a cui è stato possibile risalire grazie allo scontrino fiscale conservato all’interno della busta. I militari, sospettando che anche questa merce fosse provento di attività illecita hanno immediatamente contattato il negozio di Castel di Sangro che effettivamente denunciava di aver incassato una banconota falsa da 50 euro. La descrizione fornita telefonicamente del giovane era perfettamente compatibile con M.P. . E così le denunce. Durante la perquisizione domiciliare, estesa dai carabinieri di Sulmona ai colleghi di Castel di Sangro sono state rinvenute ulteriori 36 banconote false tutte del taglio da 50 euro. I carabinieri prima di archiviare il fatto hanno contattato tutti i commercianti della zona di Porta Napoli ma fortunatamente c'era stato soltanto un tentativo di spesa della stessa banconota già utilizzata dal tabaccaio. La merce del negozio di Castel di Sangro, unitamente ai soldi oggetto di resto sono stati riconsegnati all’avente diritto. Il giovane, dichiarato in stato di arresto, dopo le formalità di rito è stato tradotto all’istituto penitenziario di Sulmona come disposto dall’autorità giudiziaria, Dott. Stefano Iafolla.

Barbara Delle Monache

VIDEO IN PRIMO PIANO :