ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Roma, bus in fiamme in centro- Salvini: 'Se Lega primo partito, non poltrone ma flat tax'- Siria: Sandrini è stato liberato a Idlib- Bus si ribalta vicino a Siena, un morto- Decreto sicurezza è braccio di ferro, c'è la nuova bozza-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

lunedì 27 luglio 2015

TERREMOTO, DIVERSE SCOSSE REGISTRATE NEL BACINO DI SULMONA E DELL'ALTO SANGRO

SULMONA - La notte scorsa sono state registrate tre scosse nel bacino di Sulmona e dell'alto Sangro con una intensità fino ad un massimo di magnitudo 2.6. La sequenza l’una dall’altra è stata di due ore circa: alle 3.36 una scossa di 2.1 ha interessato la zona di Pescocostanzo e del Villaggio Sant’Antonio; alle 5.19 un 2.6 si è avuto a Roccaraso e Rivisondoli ed alle 7.41 un 2.3 sempre a Pescocostanzo ed al Villaggio Sant’Antonio.
Lo sciame sismico ha provocato agitazione alle popolazioni, in particolare per la scossa di magnitudo 2.6 che prima dell’alba ha creato allarme in molte località. I Comuni nel raggio dei 20 Km dall’epicentro sono stati in Abruzzo Roccaraso, Rivisondoli, Pescocostanzo, Ateleta, Gamberale e Castel di Sangro ed in Molise Castel del Giudice e San Pietro Avellana. Lo scorso sabato una scossa di minore entità era stata registrata a Palena alle 23.12 di magnitudo 1.5. Pur se i movimenti tellurici non hanno provocato danni, a preoccupare è il numero degli eventi che, sempre in quest’area della nostra Regione, negli ultimi mesi continua a crescere a dismisura. Prima che sia troppo tardi è importante alzare il livello di attenzione. E’ ormai da tempo che il gruppo Sarelf, tramite il responsabile del Centro ricerche sui disastri naturali Michele Andreozzi, continua a tenere in allerta le istituzioni. Per quanto concerne il Comune di Sulmona il sindaco Peppino Ranalli nelle scorse settimane ha annunciato che si procederà alla ridefinizione del piano di emergenza comunale. Tra gli obiettivi c’è la costituzione di un polo di sicurezza ed emergenza, all’interno della cittadella dei servizi, nell’ex caserma Cesare Battisti che dovrebbe ospitare inoltre la protezione civile regionale.


Un terremoto di magnitudo ML 2.1 è avvenuto nella provincia/zona L'Aquila il
    27-07-2015 01:36:56 (UTC) 9 ore, 30 minuti fa
    27-07-2015 03:36:56 (UTC +02:00) ora italiana

con coordinate geografiche (lat, lon) 41.92, 14.06 ad una profondità di 9 km.

 Un terremoto di magnitudo ML 2.6 è avvenuto nella provincia/zona L'Aquila il
    27-07-2015 03:19:17 (UTC) 8 ore, 55 minuti fa
    27-07-2015 05:19:17 (UTC +02:00) ora italiana

con coordinate geografiche (lat, lon) 41.86, 14.12 ad una profondità di 8 km.

 Un terremoto di magnitudo ML 2.3 è avvenuto nella provincia/zona L'Aquila il

    27-07-2015 05:41:57 (UTC) 5 ore, 26 minuti fa
    27-07-2015 07:41:57 (UTC +02:00) ora italiana

con coordinate geografiche (lat, lon) 41.92, 14.07 ad una profondità di 9 km.

Il terremoto è stato localizzato da: Sala Sismica INGV-Roma.

VIDEO IN PRIMO PIANO :