-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Torino, incendio alla Cavallerizza Reale- Di Maio avverte Conte: 'Senza M5s non c'è governo'- Renzi chiude la Leopolda: 'Puntiamo alla doppia cifra'- Appello agli scontenti di Fi La protesta in Cile. Santiago sotto coprifuoco. Tre morti durante i disordini-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

lunedì 28 dicembre 2015

VILLAVALLELONGA - OVIDIANA 1 - 0, GIALLO NEL FINALE

VILLAVALLELONGA - Una domenica di anticalcio vissuta a Villavallelonga nel recupero della settima giornata del girone B di Terza Categoria tra la squadra locale e l’Ovidiana. Nel finale di partita si accendono gli animi per un rigore assegnato al Villavallelonga ed il portiere dei padroni di casa Nicola Di Nardo aggredisce un guardalinee con calci e pugni ma l’arbitro Giuseppe Francesco Maritato di Avezzano non si accorge di nulla.
Alla scena hanno assistito allibiti anche i dirigenti del Villavallelonga e l’allenatore Tonino Retico che a fine partita ha fatto sapere che Nicola Di Nardo verrà messo fuori rosa. Oltre a meritare l’espulsione dovrebbe essere squalificato a vita per il gesto antisportivo che offende tutti compresa la comunità di Villavallelonga. La gara stava andando verso un giusto pareggio ma da parte dei padroni di casa, sia in campo che sugli spalti, viene preso di mira il direttore di gara che però continua a fare il suo lavoro senza intimorirsi e senza cadere nelle provocazioni. A dimostrazione di ciò nel Villavallelonga ci sono stati cinque ammoniti ed un espulso al cospetto dell’Ovidiana che non ha avuto nemmeno un ammonito. Il tentativo di disorientare l’arbitro va avanti sino al termine e nei minuti di recupero Maritato di Avezzano assegna un rigore apparso inesistente al Villavallelonga quando il portiere sulmonese Di Censo ferma l’avanzata di un giocatore locale. Scattano le proteste con il portiere del Villavallelonga Di Nardo che aggredisce un guardalinee facendolo finire a terra ma l’arbitro, impegnato nell’assegnazione del penalty, non si accorge di nulla. Vengono chiamati d’urgenza i carabinieri che arriveranno dopo circa venti minuti. Il Villavallelonga con il rigore vince la partita ma nonostante il successo continuano le proteste contro l’arbitro. Nicola Di Nardo non ancora soddisfatto si rende di nuovo protagonista in negativo facendosi espellere. L’arbitro è stato costretto andare via scortato dai carabinieri di Trasacco giunti al campo di Villavallelonga perché chiamati d’urgenza dal presidente dell’Ovidiana Giuseppe Cantelmi. Quello visto oggi ha sforato i livelli dell’assurdità con l’arbitro che è stato messo sotto assedio dai locali anche dopo aver assegnato il rigore che ha permesso al Villavallelonga di aggiudicarsi il confronto. Questo non è calcio perché i campi del sud di una volta sono finiti. Quello verificatosi oggi non sembra un caso isolato in quanto anche squadre della stessa Marsica si sono lamentate dell’ambiente trovato a Villavallelonga. Chiudiamo qui questa brutta pagina di calcio con la speranza che il giovane arbitro Giuseppe Francesco Maritato di Avezzano riporti tutto con esattezza sul referto al termine di una giornata trascorsa a Villavallelonga veramente fuori dal mondo.

VIDEO IN PRIMO PIANO :