-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Grecia riapre, non all'Italia Zaia: non siamo lebbrosario- Minneapolis,ancora proteste.Incendiato il commissariato- Record di contagi in California: In America latina 46.600 morti- Renault elimina 15mila posti di lavoro in tutto il mondo- Serie A riparte il 20 giugno: Forse prima la Coppa Italia- Seul richiude, boom contagi Lockdown per due settimane- Omicidio Tobagi, Mattarella: 'Era un uomo libero'- Risale il numero dei morti: Giù i malati, più contagiati-

news

Post in evidenza

CON CINQUANTADUE RINTOCCHI DELLE CAMPANE DELL’ANNUNZIATA, DOMANI SARANNO RICORDATE LE CINQUANTADUE VITTIME DEL BOMBARDAMENTO AEREO

SULMONA - Il 30 maggio 1944 è la data che segnò una delle pagine più buie della storia di Sulmona: la strage di piazza Garibaldi. 52 pers...

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

sabato 27 febbraio 2016

OVIDIO 2017, MARINI CONFERMA SOSTEGNO

SULMONA – “ Il riconoscimento di anniversario di interesse nazionale per Ovidio 2017 non segue le vicissitudini dell’amministrazione comunale”. Lo ha detto stamane il Presidente del Comitato Storico-Scientifico della Presidenza del Consiglio dei Ministri Franco Marini, parlando del Bimillenario della morte di Ovidio, a margine di un convegno sulla resistenza umanitaria che si è svolto al Liceo Fermi di Sulmona.
“ Come Presidente del Comitato cercherò di garantire il mio sostegno alla manifestazione non appena tornerà l’amministrazione comunale. Il riconoscimento che abbiamo attribuito a Ovidio 2017 ovviamente resta”, assicura l’ex Presidente del Senato della Repubblica.Il programma delle celebrazioni che prevede venti eventi in due anni è stato portato avanti dall’Ufficio di Presidenza del Consiglio Comunale di Sulmona e in particolare dall’ex Presidente Franco Casciani. L’annuncio del riconoscimento di anniversario di interesse nazionale arrivò lo scorso 18 dicembre. L’allarme sul futuro di Ovidio 2017 partì proprio da Casciani pochi giorni prima della caduta dell’amministrazione Ranalli. L’iter da seguire per portare avanti il programma prevedeva il 15 febbraio la conferenza stampa a Roma e entro il 1 marzo lo stesso programma doveva essere presentato al Mibact. L’auspicio, in queste ore, è che qualcuno si ricordi di Ovidio.




VIDEO IN PRIMO PIANO :