ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Francia: Esplosione in centro Lione, 8 feriti. Macron: 'Un attacco'- Salvini e gli scontri a genova 'Basta con le aggressioni a poliziotti e carabinieri'- Brexit: May in lacrime 'Mi dimetto'- Ancora scintille Di Maio-Salvini-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

mercoledì 28 settembre 2016

OVIDIO A TEATRO CON PASOTTI E PLACIDO

SULMONA - Se per qualcuno il nostro concittadino più illustre, Ovidio, fa notizia in particolar modo nel 2017 cioè quello del Bimillenario dalla sua morte, per il Liceo Classico a lui intitolato fa notizia da sempre. Diversi i progetti organizzati negli anni tra questi il “Certamen Ovidianum”, il più importante, e poi, il progetto “Lectura Ovidii” giunto alla sua seconda edizione. Un progetto importante, quest’ultimo, che è nato dalla firma del protocollo d’intesa siglato fra il Miur e l’agenzia scolastica regionale.
Le “Metamorfosi” saranno recitate per la prima volta da parte di due attori famosi: Giorgio Pasotti e Michele Placido. La prima lettura è fissata per il pomeriggio dell’undici ottobre al Teatro “Caniglia”,  alle 16.30. Passotti, infatti, si cimenterà con i cinque miti delle “Metamorfosi”, tradotti da Salvatore Quasimodo. L’introduzione sarà di Cristina Vallina. Per la mattina, invece, due gli spettacoli da “…..Sheakespeare a Pirandello. Uno alle 9.30, riservato agli studenti, e il secondo alle 11 organizzato per la cittadinanza (costo otto euro).

 Per la seconda lettura, dedicata all’Ars Amatoria, si dovrà attendere il primo dicembre prossimo con Michele Placido alle 16.30 al Teatro “Caniglia”. Ingresso libero per entrambe le letture ovidiane. “Stiamo lavorando alacremente da anni – ha sottolineato il dirigente, Caterina Fantauzzi – per portare il nome di Ovidio nel mondo ed il Certamen ne è la conferma. Ma questo è un anno importante per gli studenti e per la nostra città e noi vogliamo, attraverso i nostri studenti, ripristinare anche i vecchi rapporti di amicizia attraverso il gemellaggio con la Romania. A gennaio, poi, in occasione del Dies Natalis del poeta, gli studenti di otto nazioni saranno ospiti in città. “Quello che faremo a breve – ha precisato Colangelo – sarà un esperimento che metterà a confronto un dialogo a distanza tra un poeta, premio Nobel nel 2000, e un poeta di duemila anni fa”.  E, intanto, la Fantauzzi ha anche annunciato il “viaggio” del progetto “Metamorphosis Beyonde the Shape” che dal due al nove maggio prossimi sbarcherà a Boston.

Barbara Delle Monache




VIDEO IN PRIMO PIANO :