news

News - Primo Piano

UOMO INVESTITO IN VIA LAMACCIO FINISCE IN OSPEDALE

VIDEO IN PRIMO PIANO - ARRIVO A SULMONA DELLA STATUA DI SANTA MARIA DI LORETO

sabato 29 ottobre 2016

BUGNARA, IL SINDACO VIETA L’UTILIZZO DELL’ACQUA PERCHÉ MANCA L’OK DELLA ASL

BUGNARA – I cittadini di Bugnara devono attendere ancora prima di tornare a bere l’acqua del rubinetto. Il divieto di utilizzo è scattato dallo scorso lunedì perché, in base a rilevamenti della Asl, è stato riscontrato un leggero inquinamento per la presenza di coliformi. Il problema sembrava superato ieri quanto, in mattinata, il sindaco Giuseppe Lo Stracco aveva revocato il divieto ma in serata è stata emessa un’altra ordinanza per vietare di nuovo l’uso dell’acqua perché manca l’ok della Asl sulle controanalisi della Saca.
“Ma l’acqua è potabile o no?”. Se lo chiede il Movimento Un’Altra Bugnara che esprime sconcerto e preoccupazione per le comunicazioni contrastanti che hanno generato confusione. Due ordinanze in un solo giorno per “revocare la revoca”. Un’Altra Bugnara chiede al sindaco un chiarimento immediato per riportare tranquillità. Che cosa significa divieto di utilizzo per uso domestico? La non potabilità a cosa è dovuta? Ad un inquinamento di tipo microbiologico o di tipo chimico? Cosa è successo per rideteminare la non potabilità dell’acqua? E’ quanto si chiede il Movimento Un’Altra Bugnara che pretende una risposta diretta e precisa per sapere se, oltre a non bere l’acqua, è necessario anche non utilizzarla per cucinare e vuole conoscere con esattezza i risultati delle analisi. “Una buona amministrazione – conclude Un’Altra Bugnara – dovrebbe essere vicina a tutti coloro che in questi momenti non sono in grado di reperire acqua potabile per soddisfare i bisogni minimi e primari”.Il sindaco Giuseppe Lo Stracco, interpellato , ha dichiarato di aver revocato il divieto dopo aver ricevuto le controanalisi della Saca ma di aver erroneamente scritto sui manifesti affissi nel paese che si trattava di comunicazioni della Asl. In realtà l’ok dell’Azienza sanitaria locale non ancora arriva e così il primo cittadino ha di nuovo vietato l’uso dell’acqua.Per la prossima settimana sono attese le comunicazioni ufficiali della Asl con la speranza di far tornare la situazione nella normalità.

VIDEO IN PRIMO PIANO :