news

VIDEO IN PRIMO PIANO - PREMIO PRATOLA 2017

mercoledì 9 novembre 2016

ATLETICA – L’ AMATORI SERAFINI HA SOSTENUTO IL PRESIDENTE GIOMI NELLA CORSA ALLA PRESIDENZA NAZIONALE

SULMONA - Il prof. Alfio Giomi è stato riconfermato presidente della Federazione Italiana di Atletica Leggera con 47.469 voti pari al 61% del quoziente assembleare. Una parte di questi voti sono stati attribuiti al neopresidente rieletto dalla società sulmonese Amatori Serafini che per la particolare circostanza lo  ha sostenuto dichiarandolo fin dalla vigilia dell’Assemblea nazionale.
La vittoria di Giomi in questa assemblea molto affollata, che vedeva il confronto con l’altro candidato Stefano Mei, assume nel quadriennio 2016-20  una grande importanza proprio perché Giomi ha dichiarato a tutti la “necessaria unità” per portare avanti una serie di progetti utili a far crescere ancor di più l’atletica leggera in Italia. In questo contesto i dirigenti dell’Amatori Serafini si sono saputi intelligentemente inserire scegliendo tra Giomi e Mei il primo in quanto tra i due, il toscano,  forniva maggiori garanzie, legate ovviamente alla esperienza ed alla continuità di un progetto iniziato nel 2012.

La posizione dell’Amatori Serafini, unitamente al GSD Atletica Chieti,  Athletics Promotion l’Aquila e ad un nutrito gruppo di società Master ha presentato all’Assemblea nazionale di domenica 6 novembre, svoltasi ad Ostia Lido, un Abruzzo spaccato ma deciso ad affidarsi al rieletto presidente Alfio Giomi per consentire di avere un maggiore sostegno e dare  all’atletica abruzzese quella dimensione che negli ultimi quattro anni ha letteralmente perduto. Adesso in tanti sono convinti che la nuova gestione Giomi possa veramente ridare alle società della nostra regione la spinta necessaria per tornare ad avere un elevato valore anche in campo nazionale. Tra i primi provvedimenti che si dovranno affrontare sono quelli legati alla maggiore promozione dell’atletica nella scuola, alla trasparenza dei documenti, al rispetto delle regole previste dallo statuto e dal regolamento organico, alla utilizzazione solo degli impianti omologati ed alla riorganizzazione dei vari Comitati provinciali della nostra regione.   

VIDEO IN PRIMO PIANO :