news

VIDEO IN PRIMO PIANO - TALE E QUALE...A OVIDIO - SPETTACOLO DI GABRIELE CIRILLI

venerdì 11 novembre 2016

CITTA’ SPORCA, I COMMERCIANTI ALZANO LA VOCE E CHIEDONO L’INTERVENTO DELLA ASL

SULMONA - Sporcizia, ratti e tombini occlusi. Questi, i tre motivi basilari che fanno scoppiare la protesta tra i commercianti del centro storico sulmonese. Una situazione di disagio rilevata da tempo che, però, ancora non viene risolta. Due le lettere inviate alla Asl dall’associazione “Sulmona al centro” e due giorni fa il sopralluogo per capire come risolvere la situazione. Una faccenda sgradevole sotto due punti di vista: il decoro della città ma soprattutto l’igiene.
“Abbiamo la necessità di vedere pulita la nostra città – tuona Paola Ammazzalorso -. Non si può pensare di parlare di turismo senza una città che la rappresenti degnamente. Troppi i disagi che noi commercianti dobbiamo subire. E’ arrivato il momento di agire per risolvere ciò che non va”. Ma parallelamente alla protesta del centro storico a Palazzo San Francesco ne arriva un’altra a firma della signora Maria Grazia Sciarra che pone l’attenzione sul degrado di via Morronese. La signora, da tempo, rileva l’abbandono di rifiuti indifferenziati da parte di terzi, vicino ai cassonetti per la raccolta differenziata. Rifiuti che non vengono smaltiti e che creano sporcizia e cattivo odore. Una città che, per molti versi, appare abbandonata a sé stessa. A prendere provvedimenti immediati, però, il sindaco Anna Maria Casini che, già questa mattina ha contattato il Cogesa che si occupa dello smaltimento dei rifiuti per una pulizia veloce e più approfondita. “Sappiamo dei disagi del centro storico e stiamo cercando di capire cosa bisogna fare  – ha detto il primo cittadino -. Abbiamo già fatto una derattizzazione ma molto probabilmente non è stata sufficiente. Proprio per questo provvederò ad interessare l’assessore al ramo affinchè calendarizzi, in tempi celeri, un sopralluogo. Se dovesse essere necessario contatterò immediatamente una ditta che possa provvedere alla derattizzazione. Assicuro comunque che questa incresciosa situazione sarà risolta nel più breve tempo possibile”.

Barbara Delle Monache




VIDEO IN PRIMO PIANO :