news

VIDEO IN PRIMO PIANO - gigi d'alessio a sulmona - conferenza stampa

lunedì 23 gennaio 2017

COORDINAMENTO DEI CITTADINI MO' BAST!: "I DIMENTICATI DELLA REGIONE ABRUZZO"

SULMONA - "Attutita dalla neve e dai disastri, che purtroppo stiamo attraversando in questi giorni nella nostra Regione, ci giunge la notizia che il 17 u.s. si sarebbe tenuto a Tossicia (TE), alla presenza dell'ex Ministro della Coesione Territoriale Fabrizio Barca un Focus sulla istituzione della V Macroarea Interna d'Abruzzo denominata Alto Aterno - Gran Sasso.Non si capisce quali siano le logiche che governano scelte che continuano a mortificare il Centro Abruzzo e la Valle Peligna inclusa la Valle del Sagittario,
nel non volerne riconoscere le giuste aspirazioni e aspettative di crescita.  Perchè la Giunta Regionale su "impulso e proposta" dell'Assessore Gerosolimo istituisce la V Macro Area e dimentica la Valle Peligna ?  Questo territorio in questi anni (un decennio ed oltre) ha sofferto e soffre di gravi problemi economici e produttivi, tant'è che all'epoca la Valle Peligna fu riconosciuta come prima area di crisi di livello regionale, per il livello di disoccupazione che tutt'ora  permane. Comunque vale la pena ricordare che il mancato inserimento tra le Macro Aree Interne della Valle Peligna e della Valle del Sagittario comporterà la non assegnazione di risorse che sarebbero servite: per la tutela del territorio e delle comunità locali; per la valorizzazione delle risorse naturali, culturali e turistiche; misure necessarie per bloccare lo spopolamento e per innescare processi di sviluppo.Dovremmo desumere che siamo figli di un Dio Minore o forse più semplicemente che c'è una chiara strategie e scelta politica di mantenere questa Valle ed il suo Territorio in una condizione di attesa, di dipendenza politica, oppure l'Assessore alle Aree interne della Regione Abruzzo, che pure questa Valle esprime, vuole evidentemente prima consolidare politicamente la propria presenza per future competizioni elettorali (le prossime politiche ? ) in altri territori, dando per scontato che qui il popolo plaudente lo accompagni poi nel suo disegno di essere il prossimo Deputato della Repubblica di questo territorio.
Aspirazioni legittime, ci mancherebbe altro, ma questa politica vecchia, da anni cinquanta, di chiaro sapore veterodemocristiano, nel quale tutto viene gestito politicamente da pochi, tra amici, amici degli amici e cerchi magici ci sembra mortificante per le intelligenze e per le risorse umane e politiche di questa Valle. Purtroppo dobbiamo registrare anche la scomparsa della opposizione in Città, fatta qualche rara eccezione, ed anzi sembra che vi siano stati accordi già a partire dalla campagna elettorale per soluzioni "condivise" chiunque avesse vinto, ci sembra comunque evidente di come diversi siano già saliti sul carro del vincitore, altrimenti non si spiegherebbe tutto questo silenzio politico. Una triste vicenda ed un triste destino che questo territorio non merita !

Sulmona, 23.01.2017                            Per Il Coordinamento Mo' Bast                                        Domenico Capaldo

VIDEO IN PRIMO PIANO :