news

VIDEO IN PRIMO PIANO - INCENDIO SUL MONTE MORRONE

lunedì 20 febbraio 2017

MO' BAST"SULMONA, UNA CITTÀ IN PROROGA ? NON SI PUÒ PIÙ !"

SULMONA - "Sabato 18 Febbraio abbiamo partecipato alla manifestazione a sostegno della Polfer di Sulmona, e contro la chiusura del presidio, indetta dal Sindacato Coisp. Hanno partecipato oltre a varie forze politiche e sindacali, anche la Senatrice Pelino, che in assenza di "una risposta positiva del Governo invita ad una grande manifestazione a Roma", ed oggi appare sulla stampa la dichiarazione della Senatrice Pezzopane di sostegno che ribadisce la necessità di "una proroga" contro la chiusura del punto Polfer di Sulmona.
  Il Sindaco di Sulmona, cito testualmente, "invita la Città a scendere in piazza" ! Noi in tal caso ci saremo.Tutte queste prese di posizione ci fanno piacere, naturalmente, ma qui è necessario richiamare anche ognuno alle proprie responsabilità, per ruolo e funzione, per cui non si capisce bene a chi si appelli la politica istituzionale dal momento in cui ognuno di loro ha un ruolo di delega dato dai cittadini per la soluzione dei problemi, non per i proclami.
Non vogliamo più essere la Città delle proroghe su ogni servizio, ma vogliamo certezze, soluzioni, sul mantenimento dell'Ufficio Polfer, così come sugli altri presidi di sicurezza e di legalità. La maggioranza che amministra e che decide, a tutti i livelli, non può parlare più di proroghe, ma deve assumere DECISIONI responsabili. Altrimenti non si capisce cosa stia lì a fare.
C'è una questione di diritti che vanno riaffermati, finora lesi per il nostro territorio, siamo Cittadini di questo Stato e come altri chiediamo efficienza, servizi per la sicurezza dei Cittadini, modernità nei collegamenti con la costa, con il Capoluogo, con la Capitale, per dare soluzione alle esigenze di tanti pendolari, studenti, che sono costretti quotidianamente a muoversi per ragioni di lavoro o di studio in treno. Vorremmo una scelta chiara da parte della Giunta Regionale che, invece, con la scelta di buttare al vento ben 11 milioni di euro per la costruzione della bretella di Pratola, vuole escludere la Stazione di Sulmona come punto di transito e quindi di servizio reso alla collettività Peligna continuando a mortificarla ed impoverendo in tal modo anche i servizi annessi, Polfer compresa.
Siamo convinti che non è aprendo cantieri di questo genere che risolviamo il problema dei collegamenti ferroviari tra L'Aquila e Pescara, non è questo il modo per aiutare la Città di Sulmona, ma anzi si determina una ulteriore marginalizzazione del nodo ferroviario storico di Sulmona. Ma la Giunta Regionale ed il Sindaco perchè non si battono contro questo spreco di denaro pubblico insieme ai Cittadini ed ai Comitati ai quali avevano promesso di voler girare pagina ? Siamo pronti a scendere in piazza a fianco di tutti ma nella chiarezza del progetto, della prospettiva per il nostro territorio quella vera, non della propaganda e dell'essere supini alle scelte di altri".

                          Per il Coordinamento Mo' Bast
                                    Domenico Capaldo

VIDEO IN PRIMO PIANO :