ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - No Ag.Entrate, Cesena verso fallimento- Salvini: Avanti sui Rom Richiamo dell'Ue - Migranti, Merkel: 'Pronti ad accogliere le esigenze italiane'- Lavoro, l'80% dei nuovi contratti è a termine- Istat: crescono consumi ma divario sale- Moscovici: 'Salvini sbaglia, ma non si lascia sola l'Italia'- Rom, Salvini: nessuna schedatura, tuteliamo i bambini-

news

News - Primo Piano

LUTTO NEL CICLISMO SULMONESE: E’ MORTO NINO SOLARI

VIDEO IN PRIMO PIANO - CELEBRAZIONE FESTA DELLA REPUBBLICA

lunedì 13 febbraio 2017

SICUREZZA SISMICA. NASCE L’ASSOCIAZIONE “SULMONA CITTA’ FUTURA”

SULMONA - Sembra essere la sicurezza sismica uno degli obiettivi primari dell’amministrazione comunale che punta ad un modello in base alla costruzione. Prevenire e non curare questo potrebbe essere lo slogan. Un lavoro che va fatto attraverso un sistema di governante che racchiude non solo l’attività politica e comunale ma anche quella di circa cento tecnici, costituiti in associazione, di cui architetti, ingegneri , geologi e geometri
che lavoreranno per mettere a sistema la vulnerabilità di tutta la città a partire proprio dalla fragilità sismica del centro storico. La neonata associazione “Sulmona città futura”  agirà parallelamente alle attività già messe in campo e si punterà con un occhio puntato su una stazione di monitoraggio territoriale per ciò che riguarda i terremoti. “La necessità primaria – ha sottolineato il sindaco – Annamaria Casini – è quella di avere il più presto possibile un quadro generale della situazione sismica. Una sorta di consapevolezza sul rischio sismico.

Conoscere il terremoto – ha continuato – significa affrontarlo”. Ma al momento nulla ancora si sa. Il progetto è partito ma ci vorranno anni prima di avere a disposizione una mappa della città e della sua vulnerabilità. Gli studi ci sono stati ma nulla, al momento è in rete, quindi si dovrà lavorare per catalogare tutto quello che è già stato fatto e quello che si dovrà fare. Una sorta di progetto civico che vede alla base un lavoro di squadra basato sul volontariato e che, poi, dovrà essere realizzato, almeno nella parte economica, dai privati proprietari di quegli immobili che non avranno un coefficiente di vulnerabilità idoneo.


Barbara Delle Monache 

VIDEO IN PRIMO PIANO :