news

News - Primo Piano

IL PRIMO "SI" TRA DUE DONNE A PALAZZO SAN FRANCESCO

VIDEO IN PRIMO PIANO -LA MEGLIO GIOVENTU' - IN RICORDO DI FABRIZIA DI LORENZO

venerdì 17 marzo 2017

LA ASL HA ATTIVATO UN SERVIZIO PER LE PROBLEMATICHE DEGLI ADOLESCENTI NEI CONSULTORI FAMILIARI DI SULMONA, PRATOLA PELIGNA E CASTEL DI SANGRO

SULMONA - In Valle Peligna  e alto Sangro bullismo, abusi, problemi familiari e atti di autolesionismo  fanno accendere la spia rossa del disagio giovanile e la Asl corre ai ripari aprendo un servizio (a titolo gratuito) a beneficio degli adolescenti. Nei 3 consultori familiari, tra Valle peligna e alto Sangro, è stato attivato uno sportello denominato ‘servizio solo per voi’ che si avvale di un team con specifiche figure professionali a disposizione di ragazzi tra i 14 i 20 anni. Un supporto importante alla luce della portata di un disagio giovanile che la Asl, da alcuni anni,
ha indagato e portato alla luce con  una presenza all’interno degli istituti scolastici, facendo emergere dati più che allarmanti. All’interno delle scuole medie, dove la Asl è entrata da anni con servizio di ascolto, si è accertato che quasi il 30%  di studenti è alle prese con malesseri causati da ragioni diverse. Prime tra tutte le separazioni tra i genitori e, a seguire, casi crescenti di bullismo, abusi, atti ‘punitivi’ contro se stessi (es. ferite da taglio), serie difficoltà a relazionarsi con altri. Un mondo giovanile sofferente e spesso senza punti di riferimento tanto da spingere la Asl, con uno sforzo organizzativo non indifferente, a varare un pool di specialisti. Lo sportello è aperto due volte al mese (almeno in questa fase di avvio) nei consultori familiari di Sulmona (primo e terzo mercoledì, in via Gorizia 4, tel: 0864 499608)  e Pratola Peligna (primo e terzo giovedì, via Valle Madonna 15, tel: 0864 272910)  mentre a  Castel di Sangro (via Porta Napoli, tel: 0864 899278), funziona il primo martedì del mese.  L’accesso al servizio è diretto e senza prenotazioni:  ci si reca direttamente alle sedi dei 3 consultori, dalle ore 14.30 alle 16.30 e si avvia il percorso di recupero.    I giovani saranno  seguiti da un gruppo di operatori della Asl - coordinati dalla dr.ssa Tiziana Papale, direttore dei consultori familiari del territorio peligno-sangrino - composto da ginecologo, assistente sanitario, assistente sociale, psicologo. Gli specialisti si occuperanno  di visite ginecologiche, contraccezione e malattie sessualmente trasmesse, accoglienza ed educazione alla salute, consulenza su vita affettiva e sul sociale. Un lavoro integrato per affrontare le problematiche dei ragazzi in tutte le loro molteplici sfaccettature, dalla prima visita e poi lungo tutto il cammino di recupero. “L’obiettivo”, dichiara la dr.ssa Papale, “è favorire il benessere degli adolescenti che, a partire dalle problematiche sessuali e dalle dinamiche del proprio corpo, hanno una conoscenza insufficiente per poter affrontare da soli le difficoltà”



Centroabruzzonews - Web Tv - VIDEO