news

VIDEO IN PRIMO PIANO - INCENDIO SUL MONTE MORRONE

mercoledì 5 aprile 2017

STUDENTE IPSSEOA DI ROCCARASO CONQUISTA SECONDO POSTO A CONCORSO "UN COCKTAIL PER AMICO"

ROCCARASO - Bartolomeo Pietronigro, studente della classe IV indirizzo sala-bara dell’Istituto alberghiero di Roccaraso conquista il secondo posto nella quinta edizione del concorso interregionale “Un cocktail per amico”, organizzato dall’Istituto d’istruzione superiore “Leonardo da Vinci – O. Colecchi”  dell’Aquila. Il concorso, nato in ricordo di un’allieva dell’istituto alberghiero aquilano, Pamela Mattei, scomparsa nel 2011, si pone la finalità di educare gli adolescenti a un consumo responsabile e controllato delle bevande sia alcoliche che leggermente alcoliche.
L’alberghiero di Roccaraso ha partecipato con due allievi della classe IV sala-bar: Bartolomeo Pietronigro e Michela Battaglia, accompagnati dal docente di indirizzo, Giorgio Aprea. I ragazzi hanno presentato due cocktail pre-dinner e li hanno poi illustrati alla commissione in inglese. I due drink erano ispirati alla mitologia, con un chiaro richiamo alle “Metamorfosi” del poeta latino Ovidio: “Piramo” e “Tisbe”.

La medaglia d’argento è andata a “Piramo” e alla maestria di Pietronigro. Il suo cocktail è stato preparato a base di Gin, liquore allo zenzero “Domain De Canton”, succo di lime, ribes, salvia, rosmarino, timo e zenzero fresco. Erbe aromatiche della  macchia mediterranea, insieme alle più classiche delle basi per drink,  con un richiamo al tragico amore dei due amanti della mitologia, metaforicamente rappresentato dal rosso del ribes.
«Sono molto felice del risultato ottenuto», commenta Bartolomeo. «Non mi aspettavo il secondo posto, ma speravo in qualche riconoscimento, anche per l’impegno e il tempo che abbiamo dedicato a questo progetto. Un progetto nel quale abbiamo creduto anche per valorizzare la scuola e promuove la nostra scuola». Soddisfazione è stata espressa anche dal professor Aprea. «Concorsi come questo», afferma, «sono occasioni di confronto e di crescita per i nostri ragazzi, per far comprendere i loro punti di forza, ma anche quelli di debolezza. Quando poi arrivano anche risultati positivi, abbiamo la conferma che siamo sulla buona strada.»

Area stampa IPSSEOA


VIDEO IN PRIMO PIANO :