news

VIDEO IN PRIMO PIANO - gigi d'alessio a sulmona - conferenza stampa

mercoledì 14 giugno 2017

LA LOGICA DEL CAMBIAMENTO PERENNE: LEZIONI DALLE METAMORFOSI DI OVIDIO

SULMONA - Nell’ambito di Ovidio 2017 il Comune di Sulmona, la Commissione Organizzatrice di Ovidio 2017 e l’Associazione ARES "Antonio Pelino" organizzano la rassegna "L’AltrOvidio, domani ore 17.00  all'Auditorium dell'Annunziata. Contributi moderni su tematiche senza tempo”, in cui eminenti esponenti del mondo della cultura italiana, partendo dalla figura e dall’opera di Ovidio, tratteranno temi estremamente inclusivi ed attuali.Primo appuntamento della rassegna è la conferenza "La logica del cambiamento perenne: lezioni dalle Metamorfosi di Ovidio" che vedrà protagonisti i Professori Giuseppe Zollo e Arturo De Vivo dell’Università "Federico II" di Napoli.
Introdurrà i lavori Dario Simoncini, Professore di Organizzazione Aziendale dell’Università “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara.Il cambiamento perenne è la cifra della modernità. Ci mette a disagio per la mancanza di punti di riferimento. È la tipica condizione dei sistemi complessi. E, tuttavia, non è nuova. Nelle Metamorfosi di Ovidio è possibile rintracciare la logica sottile che presiede la trasformazione permanente. Una vitalità senza barriere e senza gerarchie che tiene insieme dei, uomini, animali, essenze vegetali e oggetti inanimati. E che ci restituisce una ipotesi di possibile felicità.

Giuseppe Zollo è professore di Ingegneria Economico-Gestionale presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. Autore di numerosi articoli e libri sui temi dell’innovazione tecnologica, del cambiamento organizzativo e dello sviluppo delle competenze individuali. Negli ultimi anni ha dedicato la propria attività di ricerca all’analisi dei sistemi adattivi complessi.

Arturo De Vivo è professore ordinario di Letteratura latina e Prorettore dell'Università di Napoli "Federico II. È stato Direttore del Dipartimento di Studi Umanistici e Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia del medesimo Ateneo. In campo scientifico si è interessato dei rapporti Seneca-Ovidio e, nell’ambito delle ricerche sulla poesia latina, principale oggetto di studio è Ovidio, con lavori su Amores, Heroides, Metamorfosi, Fasti, Tristia, Epistulae ex Ponto. Tra le pubblicazioni più recenti, Frammenti di discorsi ovidiani, Napoli, 2011.

    Ingresso gratuito

VIDEO IN PRIMO PIANO :