news

News - Primo Piano

DUE ESCURSIONISTI IN DIFFICOLTA' SALVATI SUL MONTE MORRONE

VIDEO IN PRIMO PIANO : DUE ESCURSIONISTI SALVATI SUL MORRONE

giovedì 1 giugno 2017

PRATOLA INSIEME:"NON CI FERMEREMO DI FRONTE A NULLA, SOPRATTUTTO NON CI FRENERANNO I PARTITI POLITICI, DALLE CUI VECCHIE LOGICHE SIAMO BEN LONTANI"

PRATOLA - "Sono iniziati i comizi, ma c’è chi, a differenza dei candidati di Pratola Insieme, sceglie ancora le sterili polemiche. Qualcuno, infatti, anziché parlare di progetti, problematiche e programmi nell’interesse del nostro paese, come stiamo facendo noi in queste settimane, incontrando i cittadini da un capo all’altro di Pratola,  preferisce argomentazioni prive di contenuti e di idee, concentrandosi solamente su inefficaci polemiche. Non è una novità, visto che in cinque anni, quando sono state occupate pesanti poltrone in Provincia,
non è stato prodotto nulla a favore del nostro territorio. Un fatto che è sotto gli occhi di tutti e di cui i cittadini sono ben consapevoli.
E’ risibile sentir parlare di sudditanza proprio da chi ha candidati nel proprio schieramento che ricevono consensi sui social da parte di politici del pescarese e del chietino. È qualcun altro, semmai, che avrà bisogno di alzare il telefono, proprio come ha fatto in passato con i celanesi, per chiedere se la sua linea sia conforme ai voleri del partito e, quindi, di altri territori.  Dicono che i voti li vanno a cercare da soli; eppure sono anni che vedo uno "strano" movimentismo da parte di padri, zii e parenti stretti. Ritengo che sia ormai palese che siamo di fronte ad un attacco mediatico senza precedenti: qualche partito sta tentando di influenzare questa campagna elettorale agendo su altri fronti nelle vicine città.  È davvero singolare, del resto, che ad un comizio di Pratola si parli per ben venti minuti di Sulmona !!!! È  stata scatenata dai partiti una guerra contro Sulmona, con lo scopo di provare a condizionare la competizione elettorale di Pratola.

Ma è proprio la gestione di questi partiti ad aver causato negli anni i problemi di Sulmona e della Valle Peligna. Ripristinare, dunque, "uno stato di normalità e di merito" ha un prezzo e noi abbiamo la voglia ed il coraggio di raggiungere questo importante obiettivo. Non consento che i miei competitori avanzino scialbe insinuazioni in merito, strumentalizzando l'azione di vero rinnovamento che si sta mettendo in campo in Valle Peligna. Stiamo "scassando" un sistema e non ci fermeremo di fronte a nulla, soprattutto non ci freneranno i partiti politici, dalle cui vecchie logiche siamo ben lontani"

Centroabruzzonews - Web Tv - VIDEO