news

VIDEO IN PRIMO PIANO - PREPARAZIONE NEROSTELLATI A CAMPO DI GIOVE

sabato 1 luglio 2017

MATTEO LIBERATORE OGGETTO DI UNA TESI AL CORSO DA ALLENATORE

L'AQUILA - Vedere una partita ed analizzare tutte le giocate di un singolo elemento sul quale stilare una tesi. Questo il compito che hanno avuto i 37 neo patentati al recente corso da Allenatore Uefa B. Ognuno ha scelto di esaminare giocatori affermati del calcio italiano e non solo da Ronaldo a Insigne, Marchisio, Gagliardini, Falcao, Dani Alves, Bonucci ed altri. Non sono stati però solo i calciatori professionisti ad attirare l’attenzione infatti l’aquilano Luca Frittella, ex tecnico del Poggio Picenze in Terza Categoria, ha dribblato tutti decidendo di presentare la tesi sull’attaccante della Morronese Matteo Liberatore.
Compito non facile perché un elemento locale è conosciuto molto di meno rispetto ad un fuoriclasse di Serie A o Champions League ma Luca Frittella con il suo Poggio Picenze aveva già avuto modo di apprezzare le doti del bomber della Morronese nella stagione 2015/2016 in Terza Categoria. Da qui la scelta di studiare le sue caratteristiche tecniche. “Ho deciso di fare la relazione su Liberatore – afferma Frittella – perché già lo conoscevo per averci giocato contro in Terza Categoria e poi perché avevo la necessità di redigere la tesi seguendo una partita dal vivo”. La gara oggetto della tesi è stata la sfida dei play off di Seconda Categoria del 7 maggio scorso San Francesco-Morronese, vinta dalla squadra delle frazioni per 4-0 grazie alla tripletta di Liberatore. “In quella occasione – prosegue – sono stato anche fortunato nell’esprimere il giudizio tecnico su di lui visto che è stato autore di tre reti, sia per merito suo che per demerito degli avversari ma, avendo giocato una grande partita, ho potuto studiarlo bene”. Luca Frittella nella tesi scrive che Matteo Liberatore, pur essendo forte fisicamente, non è molto scattante nei primi metri ma è veloce in progressione perché predilige attaccare in profondità. E’ inoltre dotato di ottima tecnica individuale con entrambi i piedi e di un buon colpo di testa ed è in grado di capire in anticipo come e dove giocare la palla. “Ho descritto lui – spiega Frittella – come un giocatore al quale sta stretta la Seconda Categoria ma anche la Prima. E’ un ottimo elemento che, allenato bene e con la mentalità giusta, potrebbe tranquillamente militare anche oltre la Promozione. Le qualità migliori sono il tiro e la capacità di capire prima degli avversari dove si trova la palla. Nella partita con il San Francesco è riuscito infatti a segnare anche di destro, nonostante sia un mancino, sfruttando le sue doti in progressione che sono la conclusione, l’inserimento e la furbizia. Ha tutte le caratteristiche di un calciatore di categoria superiore”. Nella tesi Luca Frittella evidenzia anche i limiti del giocatore, poco propenso alla fase difensiva: “Potrebbe migliorare aiutando di più la squadra anche in fase di non possesso palla. Dovrebbe perfezionarsi anche a livello fisico cercando di prendere una forma migliore con qualche allenamento in più. In questo caso potrebbe fare bene anche in altre categorie”. Tra pregi e difetti, Matteo Liberatore è comunque riconosciuto come un vero leader dai compagni che, come sottolinea Frittella, giocano prevalentemente per lui. Non è una casualità infatti se in due stagioni con la maglia della Morronese è risultato il capocannoniere sia in Terza che in Seconda Categoria, totalizzando complessivamente 65 marcature. Dopo avergli scritto la tesi, Luca Frittella spera un giorno di poterlo anche allenare: “Magari, Matteo è un giocatore che farebbe comodo a tutti. Mi piacerebbe un giorno allenarlo anche se è difficile perché io sto a L’Aquila e lui in Valle Peligna. Nella vita però non si sa mai”.
Domenico Verlingieri 

VIDEO IN PRIMO PIANO :