news

News - Primo Piano

BLITZ DEL NAS NEL REPARTO DIALISI DELL'OSPEDALE DI SULMONA

VIDEO IN PRIMO PIANO - NUOVA INIZIATIVA DI S.I. PER LA PREVENZIONE INCENDI E STOP AL RIMBOSCHIMENTO

domenica 20 agosto 2017

GROSSO INCENDIO SUL MORRONE. CENTINAIA DI ETTARI DI PINETA ANDATI IN FUMO. RIPRESI I LANCI DEI CANADAIR CON LIQUIDO RITARDANTE

SULMONA - Alle 17. 30 di una ventosa domenica di agosto inizia l'apoteosi. Le fiamme alte decine di metri si sono impossessate della montagna sacra:il Morrone.In pochissimi minuti decine di ettari di pineta, complice il fortissimo vento di maestrale, sono stati inceneriti.Due canadair provenienti da Roma hanno effettuto circa otto lanci fino alle ore 20,29.Ora il loro lavoro è terminato per l'arrivo del buio.Riprenderanno domani mattina presto.Il vice sindaco di Sulmona Mariella Iommi, presente alle Marane di Sulmona insieme a dei collaboratori comunali, ha attivato il C.O.C., Centro Operativo Comunale di Protezione Civile.
AGGIORNAMENTO ORE 08.00
Sono ripresi i voli dei canadair che dalle prime ore di questa mattina hanno ricominciato i lanci sul monte Morrone, anche con liquido ritardante.Intanto nella notte un altro focolaio è stato spento dai vigili del fuoco sempre sul Morrone, ma nel comune di Pratola Peligna, distante dall'incendio principale.All'una di notte i vigili del fuoco, sono riusciti a spegnerlo



LA GIORNATA DI IERI




Sul posto oltre ai Vigili del fuoco, Carabinieri Forestali, la Protezione civile, Vigili urbani e diversi volontari.Preoccupati gli abitanti della frazione Marane, alcuni dei quali con i propri trattori stanno creando dei solchi sul terreno nelle immediate vicinanze delle loro abitazioni.

AGGIORNAMENTO ORE 23,45
L'incendio sul monte Morrone, dopo l'ultimo lancio dei due canadair, ha continuato la sua furia distruttrice su due versanti, quello nord in direzione Sant'Onofrio e quello sud direzione Pacentro.Un rogo spaventoso, con fiamme alte diversi metri accompagnate da un rumore pauroso e una nube di fumo denso.I VV.FF. hanno creato un allineamento di autobotti in prossimità delle prime abitazioni per creare uno sbarramento al fuoco. Sono stati fatti dei solchi con i trattori per creare trincea di taglio.A questo punto sembrerebbero non elevati i pericoli di fuoco presso le abitazioni.È stato preallertato il presidio sanitario per intervenire qualora il fumo crei problemi di respirazione.
Domani alle 6 verrà il DOS (Direttore Operazioni Spegnimento) che coordinerà le operazioni. Saranno disponibili 2 canader e/o elicotteri + VV.FF. L'aquila e Sulmona + 5 squadre Protezione Civile della Regione Abruzzo.
Di concerto con l'Assessore Gerosolimo e il presidente Luciano D'Alfonso e' stato richiesto l'intervento di un terzo canadair.
foto ore 23,20




Attivato il C.O.C.

Il vice sindaco Iommi e l'assessore Sinibaldi a lavoro insieme ad altri operatori in
contatto telefonico continuo con il sindaco Casini


 Situazione nel pomeriggio di oggi ore 19.45




diversi curiosi stanno creando problemi alla circolazione dei mezzi





A causa della pesante situazione venutasi a creare e del rischio che le fiamme si propaghino verso i centri abitati posti ai piedi del sacro monte molti volontari della protezione civile sono stati dirottati proprio in quest'area.Tra essi ci sono anche gli angeli del fuoco di Secinaro.Ragazzi disoccupati che per amor civico stanno rischiando gratis  la loro vita.Autentici eroi ai quali non ci si può altro che inchinare. I canadair dopo un titubante tentativo andato a vuoto a causa delle folate di vento hanno iniziato a buttare acqua alla base del fronte.E' proprio il caso di dire: Ironia della sorte. L'incendio sta riguardando, infatti, la zona del canalone da dove Silvia Olivetti, esattamente 20 anni fa, con due proiettili in corpo, scappò dalle grinfie di Alivebi Hasani autore, poco prima, del massacro del Morrone.Il posto da dove è partito l'innesco farebbe pensare ad una sicura natura dolosa.
canadair in azione




VIDEO IN PRIMO PIANO :