ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Maturità 2019: Ungaretti e Sciascia tra i temi. Ma anche Dalla Chiesa- Conte: 'Dialogo sull'infrazione ma decisi sulla nostra linea'- Al via con la prova di italiano Ungaretti, Stajano e Sciascia- Tria sotto assedio del Carroccio- Mondiali 2022 in Qatar: Platini fermato per corruzione-

news

News - Primo Piano

NO HUB DEL GAS, "SIT- IN ANTI SNAM A SULMONA"

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

martedì 28 novembre 2017

ANCHE MILANO INCORONA LA BIOGRAFIA DI TONY DEL MONACO

VIDEO
SULMONA - E’ destinata a non esaurirsi la striscia dei risultati positivi inanellati dal volume TONY DEL MONACO UN ARTISTA IN PUNTA DI PIEDI, dedicato da Giancarlo Colaprete e Fernando Fratarcangeli al cantautore di Sulmona (AQ) con un’iniziativa editoriale come poche in Italia.Pubblicato nell’ottobre 2015 in collaborazione con l’Associazione Culturale Nomadi Fans Club di Sulmona “Un giorno insieme” del Presidente Vincenzo Bisestile, il libro, a cui è associato il sito internet www.tonydelmonaco.it, ha ricevuto l’ambìto Premio della Giuria nel corso della I^ edizione del Concorso Letterario Milano International, organizzato dall’Associazione Culturale Pegasus.
L’evento è stato patrocinato, tra gli altri, dalla Regione Lombardia, dalla Rivista degli Italiani in Francia – La Voce, da Leggere: tutti, il mensile del Libro e della Lettura, dal Comitato per la Diffusione della Drammaturgia, da IPLAC – insieme per la Cultura, altri.

Il Gran Galà di premiazione, presentato da Roberto Sarra, si è svolto sabato 25 novembre a partire dalle ore 20 nella splendida location della Sala Barozzi dell’Istituto dei Ciechi di Milano che, per l’occasione, si è affollata di  personaggi autorevoli del mondo della letteratura, dello spettacolo, del cinema, del giornalismo televisivo e, ovviamente, delle autorità. 
Tra più di 820 concorrenti iscrittisi nelle varie sezioni anche dall’Inghilterra, dalla Germania, dalla Svizzera e nel confronto con giganti dell’editoria nazionale quali Rizzoli, Sperling e Kupfer, Feltrinelli, Armando Curcio etc., la qualificata Giuria ha riservato il proprio riconoscimento al libro di Colaprete (nato a Sulmona e funzionario del Comune) e Fratarcangeli (nativo di Ripi e Direttore di RAROPIU’), scegliendolo e …coccolandolo tra le opere in lizza per la Sezione Saggistica Edita.

Ben 8 (otto), dunque, sono i concorsi letterari internazionali in cui l’apprezzatissimo volume in memoria dell’abruzzese Tony Del Monaco ha sbaragliato i concorrenti dopo i successi riportati, nell’ordine, a Firenze, Pontremoli, Cattolica, Montefiore Conca, Porto Venere, Città di Castello, Pesaro.

Un palmares folgorante che restituisce memoria ad un personaggio popolare rimasto caro nell’immaginario collettivo mondiale per aver offerto impeccabili interpretazioni di brani quali La voce del silenzio, L’ultima occasione, Una spina e una rosa, Un’ora fa, Vita mia, Se la vita è così, Cronaca di un amore etc..

Il premio, consistente in una targa di pregio, è stato ritirato dalla dr.ssa Francesca Colaprete al cospetto di una sala gremita di pubblico qualificato che, al momento della proclamazione, ha tributato un lungo  e caloroso applauso tanto agli autori quanto all’artista ovidiano.

Nel corso della serata, tra gli altri, sono stati consegnati
Premi alla Carriera a:
⦁    Mara Maionchi, produttrice, personaggio televisivo e talent scout (a lei si deve la scoperta di Tiziano Ferro)
⦁    Alberto Salerno, marito della Maionchi (produttore discografico e autore di testi di canzoni quali, fra i tanti, Avevo un cuore di Mino Reitano, Terra promessa di Eros Ramazzotti, Io vagabondo dei Nomadi, Bella da morire degli Homo Sapiens, Lei  verrà di Mango e  Donne di Zucchero),

Premio Arte e Spettacolo a
⦁        Vince Tempera ( tastierista, arrangiatore, direttore d’orchestra e compositore italiano),
⦁        Errico Beruschi (attore di teatro e cabarettista).

Giancarlo Colaprete

La biografia TONY DEL MONACO UN ARTISTA IN PUNTA DI PIEDI, nella totale disattenzione delle istituzioni, rappresenta e continuerà a rappresentare un vero e proprio caveau per l’Abruzzo, in particolare Sulmona, in cui possono lustrarsi gli occhi di orgoglio tutti quelli che ne hanno ancora. A questo riguardo MASSIMO RANIERI, grande amico e più volte interprete dei brani del cantautore ovidiano, intervistato dagli Autori ha sintetizzato bene dichiarando che “L’Italia è un paese “scordarello” e proprio per questo l’Abruzzo e Sulmona potrebbero e dovrebbero fare molto di più per far sì che un uomo come lui sia ricordato dalle generazioni presenti e future”.

VIDEO IN PRIMO PIANO :