ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Bologna, scontri per il comizio di Forza Nuova- 'Picchia mio figlio e legge Anna Frank', sospesa- Salvini: 'Flat tax è frontiera della durata del governo'- Scontro sui migranti, Di Maio: 'Salvini nel pallone' Leader Lega: 'Onu burocrati'- Google e i big dei chip rompono con Huawei-

news

News - Primo Piano

89ENNE COLTO DA MALORE MUORE NEL SUO TERRENO AGRICOLO

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

martedì 7 novembre 2017

DUE AUTO A FUOCO NELLA NOTTE IN VIA AVEZZANO

VIDEO
SULMONA - Due auto sono state incendiate nella notte a Sulmona in via Avezzano.I residenti si sono riversati in strada svegliati dal rumore delle fiamme.In passato la stessa zona è stata interessata da episodi di questo genere.
Sono andate in fiamme una Panda e una Citroen C 4 e tutto lasciare pensare che si tratta dell’ennesimo incendio doloso.
Erano circa le 4,30 di questa mattina quando in una delle due autovetture bruciate è scattato l’allarme. Da lì il panico e la paura con i residenti che sono stati svegliati della fiamme e hanno contattato le forze dell’ordine. Dopo tre anni di stop il piromane torna a colpire. L’ultimo episodio, in ordine di tempo, risale al 31 marzo 2014. Ma dal 2010 sono circa 50 le auto incediate fra via Avezzano e via Cappuccini. Il solito copione. Sul posto è intervenuta la Polizia Scientifica per i rilievi di rito insieme ai Vigili del Fuoco di Sulmona. La Squadra Anticrimine del locale Commissariato, coordinata dall’ispettore superiore Daniele L’Erario, ha subito avviato le indagini. E’ ancora da capire se si tratta o meno di un atto intimidatorio, ipotesi che per ora non convince gli inquirenti. In passato la Polizia ha assicurato alla giustizia due persone per uno dei numerosi incedi alle auto appiccati in via Avezzano. Ma questa è un’altra storia. “Siamo stati svegliati dall’allarme di una delle auto. All’inizio avevamo pensato un furto poi invece abbiamo visto le fiamme”- raccontano i residenti della zona che tornano ad alzare la voce sul sistema di sorveglianza mai attivato dal Comune. “E’ ancora che da Palazzo San Francesco mantengano gli impegni”- proseguono gli abitanti della zona. Alcuni di loro, due anni fa, si organizzarono con le telecamere fai da te. Una scelta che è stata contestata dalla Prefettura.









VIDEO IN PRIMO PIANO :