ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Brexit: May in lacrime 'Mi dimetto'- Ancora scintille Di Maio-Salvini- Casapound a Genova: Cariche sul corteo antifascista, tre feriti- Salvini-Di Maio, scontro su abuso ufficio e sicurezza- Roma, bus in fiamme in centro- Salvini: 'Se Lega primo partito, non poltrone ma flat tax'-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

lunedì 20 novembre 2017

GIOVANI ARTISTI ALLA CORTE DI TONY DEL MONACO

Angelo Valori
SULMONA - Continuano le celebrazioni del cantautore Tony Del Monaco la cui figura professionale, riconosciuta come una delle migliori nel campo della musica italiana da parte di quanti ebbero la fortuna di conoscerlo, si sta ora facendo strada tra le nuove generazioni di cantanti che cominciano a riscoprirlo e ad apprezzarlo. Merito della biografia UN ARTISTA IN PUNTA DI PIEDI (e del collegato sito internet www.tonydelmonaco.it), partorita dopo appassionata gestazione dagli scrittori Giancarlo Colaprete e Fernando Fratarcangeli
i quali non lesinano iniziative di richiamo sulla grande eredità artistica che Del Monaco ci ha lasciato e la cui esatta e straordinaria misura è tutta contenuta nel libro dedicato a lui e alla città in cui nacque il 27 dicembre 1935, Sulmona.
Dopo i successi che il libro ha mietuto in ben 6 concorsi letterari a carattere internazionale (Firenze, Pontremoli, Portovenere, Cattolica, Città di Castello, Montefiore Conca) e nel corso del World Book -la Rassegna Internazionale del libro a Pesaro, finalmente i cantanti, i gruppi, le band e i direttori d’orchestra dei giorni nostri vogliono testimoniare la propria vicinanza all’indimenticato rappresentante canoro dell’Abruzzo in tutto il mondo.
Stiamo parlando dei Ghost, de I Pennelli di Vermeer, degli Easypop e dei corregionali abruzzesi Paolo Tocco e Angelo Valori. 
Ciascuno di loro ha ricevuto in dono una copia della biografia di Del Monaco, esecutore di circa 120 canzoni e autore di grandi successi quali “L’ultima occasione”, “Pensiero d’amore”, “Se la vita è così”, “Cronaca di un amore” “E’ più forte di me” nonché primo e raffinato  interprete de “La voce del silenzio” al Festival di Sanremo 1968, scritta dal compianto Paolo Limiti. Nella circostanza, gli artisti hanno espresso agli Autori tutta la loro ammirazione per un testo che anche gli esperti del settore e gli appassionati dei Sessanta e Settanta non hanno esitato a definire, quanto a bellezza e ricchezza di dati storico-discografici… “unico”, “prezioso”, “appassionante”, “di livello universitario” . 
I Ghost

I Pennelli di Vermeer

Easypop

Paolo Tocco

I GHOST
Dietro questo vocabolo anglosassone si celano gli italianissimi Alex ed Enrico Magistri, due fratelli romani polistrumentisti, arrangiatori e autori dei propri brani, i quali amano muoversi tra il rock e l’elettronica,  a volte con cadenze etniche. Disco d’Oro nel 2007 e 2012, rispettivamente con i brani Angie e Vivi e lascia Vivere, tra il 2010 e il 2011 il singolo La Vita è uno Specchio consegue il Disco di Platino ricevendo il “Wind Music Awards” all’Arena di Verona e il "Premio Lunezia" (sezione Big). Nel 2016 esce l’album Il Senso della Vita, con all’interno le collaborazioni eccellenti di Ornella Vanoni e Enrico Ruggeri.

I PENNELLI DI VERMEER
Sono una band napoletana dell’area vesuviana con all’attivo diversi cd composta da 5 elementi (Pasquale e Andrea Sorrentino, Michele Matto, Giuseppe Dardano e Stefania Aprea), ciascuno dei quali proveniente da esperienze musicali diverse nel campo rock and blues, grunge, piano bar, atmosfere celtiche e popolari. Il loro elemento distintivo è la contaminazione di generi musicali diversi ottenuta attraverso un solido lavoro di sperimentazione che si estende anche ai testi, ironici e fantastici al limite dell’inverosimile. Il loro ultimo lavoro s’intitola “Misantropi felici”.


GLI EASYPOP
Si tratta di 6 giovani musicisti, capitanati da un leader più esperto (Gianluca Fiorentini), i quali hanno dato vita nel 2011 ad un interessante progetto, con risvolti anche di solidarietà, che fa rivivere le atmosfere tipiche del juke box con la possibilità per il pubblico di selezionare esso stesso i brani desiderati e da eseguirsi a cura del gruppo. La selezione avviene mediante la digitazione del brano scelto sulla tastiera di un vero e proprio juke box, un Wurlitzer 1015, ri-predisposto artigianalmente da uno dei musicisti, cosicché pubblico e artisti interagiscono empaticamente in uno spettacolo “a grande richiesta” con brani che spaziano dagli anni Cinquanta agli Ottanta.  Proprio grazie all’incontro con gli Autori della biografia su Tony Del Monaco, gli EasyPop hanno deciso di introdurre nella lista delle canzoni selezionabili dal pubblico gli hits  del cantautore ovidiano “Una spina e una rosa” e “Se la vita è così” che, per tal modo, torneranno ad essere ascoltate in tutti i luoghi e piazze, anche esteri.  

PAOLO TOCCO
Siamo in presenza di un cantautore, nativo di Guardiagrele (CH), profondo ed intimista che, dopo i due precedenti lavori “Anime sotto il cappello” (2009) e “Il mio modo di ballare” (2015) esce in questi giorni con il suo terzo prodotto, il cd dal titolo “Ho bisogno di aria” che sarà disponibile anche in vinile e con romanzo dallo stesso titolo. Paolo può vantare esperienze di produzione nel mondo discografico, solide attività come qualificato tecnico del suono, nonché uno stabile rapporto di collaborazione come eccellente giornalista alla corte di RAROPIU’, primario mensile di musica e collezionismo musicale sul quale, con orgoglio tutto abruzzese, ha offerto una toccante recensione della biografia dedicata al corregionale Tony Del Monaco.   

ANGELO VALORI
Compositore con esecuzioni presso prestigiosi festival e rassegne Europee e Americane trasmesse da importanti Network Europei e pubblicate da Rai Trade, Edipan, BMG - Ricordi, il M° Angelo Valori ha scritto musiche registrate su diversi cd ed è stato per molti anni direttore artistico del Festival Spoltore Ensemble, Consigliere e Amministratore Delegato dell’Ente Manifestazioni Pescaresi di cui oggi è Presidente.  E’ stato anche Direttore Artistico del Teatro Massimo e Teatro Circus di Pescara. Inoltre, Titolare di cattedra presso il Conservatorio statale di musica di Pescara, esegue regolarmente concerti presso prestigiosi Conservatori, College e Università Europee e Americane.
In tanti simpaticamente ancora lo ricordano a Sulmona dove, prima di proseguire gli studi a Pescara, ha frequentato il Liceo Classico Ovidio, lo stesso di Tony Del Monaco la cui biografia ha grandemente apprezzato e con la quale ha voluto posare per una foto nel suo studio.

Se la Valle Peligna avrà ancora una propria colonna sonora in futuro, come per tanti anni in passato, sarà grazie anche a questi artisti che, con gioia ed interesse, testimoniano la propria vicinanza all’inesauribile “Progetto Tony Del Monaco” indicando ai sulmonesi e all’Abruzzo intero la direzione giusta per la riscoperta della propria identità, anche musicale.

VIDEO IN PRIMO PIANO :