ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Von der Leyen eletta d'un soffio alla Commissione- Commissione Europea: Von der Leyen all'esame del voto- Alitalia, Ferrovie sceglie Atlantia- Savoini non ha risposto a pm Di Battista: "Salvini bugiardo"- Huawei investirà in Italia 3 miliardi di dollari in tre anni-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

mercoledì 28 febbraio 2018

BIANCHI:"SULMONA NON HA BISOGNO DI POLITICHE ASFITTICHE"

SULMONA - "In Abruzzo non ci sarà pace per la geografia giudiziaria sin quando la politica e le istituzioni non avranno il coraggio di affrontare, risolvendole, almeno due cieche contraddizioni che ne hanno governato le scelte.La prima contraddizione vivente è il criterio normativo della salvaguardia degli uffici giudiziari nei capoluoghi di provincia che, nella nostra Regione Abruzzo, ha determinato la sopravvivenza dei Tribunali di Chieti e Pescara, dislocati a pochissima distanza l’uno dall'altro e la soppressione dei presidi di Sulmona ed Avezzano accorpati a L’Aquila, che lasciano invece sguarnito un amplissimo territorio montano, costringendo una moltitudine di popolazione ad attraversare vaste aree interne per raggiungere la loro istanza di Giustizia.
La seconda contraddizione riguarda la volontà pervicace del Legislatore di attribuire specifiche
materie giuridiche alla competenza esclusiva delle sedi giudiziarie dei capoluoghi di provincia,
riducendo così le sedi sub provinciali, come quella di Sulmona, ad uffici di livello inferiore privi di
dignità giurisprudenziale, applicando così lo stesso criterio per la qualificazione degli ospedali
voluta dal Decreto Lorenzin, che in questo territorio con la squalificazione del nostro presidio
sanitario, ha provocato molto danno alla utenza.
Noi contrastiamo da sempre queste impostazioni profondamente lesive della parità di accesso dei
cittadini alla Giustizia ed alla Sanità che devono essere equamente ripartite nel territorio.
Per questo non è pensabile votare in questo collegio elettorale chi, come Federica Chiavaroli,
Sottosegretario alla Giustizia, non è riuscita a contemperare con il suo governo, per i territori
abruzzesi, l’eccessiva prossimità di due tribunali provinciali e la sparizione di presidi di giustizia
nell’Abruzzo interno perorando ostinatamente invece patteggiamenti amministrativi disancorati da
obiettivi criteri normativi e fattuali ma gestiti esclusivamente da rapporti di forze politiche tra
territori senza ampio respiro ne’ ampia visione d’insieme.
Per questo auspichiamo che la commissione regionale per la geografia giudiziaria comprenda la
necessità di estendere il dibattito sulla dislocazione dei presidi di Giustizia all’intero Abruzzo,
ridisegnandone, con coraggio la proposta di nuove circoscrizioni più funzionali al sistema.
Sulmona non ha bisogno di politiche asfittiche per cui il Sindaco Casini sia leale con la sua Città e
le faccia comprendere quale futuro politico sta contribuendo a costruire in questa importante
tornata elettorale.
Può essere dannoso per un primo cittadino nascondersi dietro il civismo: la Città ha bisogno di
autenticità e determinazione sia la salvaguardia del presidio giudiziario che quello ospedaliero".


Elisabetta Bianchi - Capogruppo di Forza Italia al Consiglio Comunale di Sulmona

VIDEO IN PRIMO PIANO :