ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Quattro italiani arrestati dopo una rissa a Cadige, in Spagna- Europee: Rush finale. Sfida Di Maio-Salvini- Francia: Esplosione in centro Lione, 8 feriti. Macron: 'Un attacco'- Salvini e gli scontri a genova 'Basta con le aggressioni a poliziotti e carabinieri'- Brexit: May in lacrime 'Mi dimetto'-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

mercoledì 28 marzo 2018

GRUPPO CONSILARE DI MNORANZA “RAIANO CHE VOGLIAMO”:APPROVATO BILANCIO DI PREVISIONE DEL COMUNE DI RAIANO: "POCHE LUCI, MOLTE OMBRE"

RAIANO - "Nella giornata di ieri è stato approvato il Bilancio di Previsione del Comune di Raiano con il voto contrario del Gruppo Consiliare di Minoranza “Raiano che Vogliamo”, considerata la valenza politica dell’atto.Pur consapevoli delle condizioni difficili della finanza locale per tutti i Comuni, si è preso atto, negativamente, che la tassazione locale, alta, è rimasta invariata: segno evidente della non coerenza tra le promesse elettorali e le concrete scelte amministrative dell’attuale Amministrazione.Un voto contrario motivato anche da altre preoccupazioni a carattere generale su una serie di problematiche molto importanti e dirimenti per il prossimo futuro.Preoccupazioni, infatti, desta la notevole mole dei residui attivi, pari a 968,224,06 euro, così come notevole appare la previsione relativa al recupero dell’evasione tributaria per l’anno in corso, pari 129.329,46.
 La mancata riscossione, nel tempo, dei residui relativi all’evasione, rischia di creare gravi problemi finanziari nel prossimo futuro. Abbiamo sottolineato la necessità di verificare la qualità dell’evasione, capirne cioè la composizione, la stratificazione sociale, per capire quanto è realistica l’opera di recupero, oppure se si rende necessario intraprendere ulteriori apposite iniziative oltre le riscossioni coattive.Per quanto attiene la gestione dei rifiuti, pur prendendo atto che il nostro costo standard complessivo è inferiore a quello risultante dall’applicazione delle linee guide ministeriali, abbiamo avanzato l’esigenza di avviare una sulle ragioni che determinano un costo annuale del servizio sempre in aumento nonostante gli ottimi risultati ottenuti nella raccolta differenziata.
Nel 2017, infatti, il costo del servizio è aumentato di 11.000,00  euro rispetto alle previsioni, costo confermato per il 2018.
Sarebbe opportuno capire per quale ragione al cittadino che separa in casa ciò che si faceva precedentemente negli impiantii COGESA, in ragione del 70%, che significa minore conferimento negli impianti di pretrattamento, non produce alcun risparmio in termini di tariffa.
 Oltretutto caricando sui cittadini i costi delle buste, quindi un ulteriore costo surrettizio a carico dei cittadini che non appare in bilancio o nelle bollette ma che di fatto esiste. Costo che, in passato, rientrava nel piano finanziario.
Così come non riusciamo a comprendere per quale ragione si è arenato il progetto della ECOCARD, che avrebbe potuto e potrebbe consentire ai cittadini di ottenere un bonus a fine anno in base al conferimento diretto della differenziata nella stazione ecologica.
 Necessita, pertanto attivare un confronto serio e approfondito, magari unitamente al COGESA, per capire le ragioni vere dei costi, cioè se sono intrinsechi alla tipologia del servizio svolto, oppure derivino da costi generali e impiantistici del soggetto gestore.
Per quanto attiene il Programma Triennale delle OOPP, nell’auspicare che le richieste di finanziamento inoltrate per l’ottenimento dei fondi, stanziati dal Governo uscente con la Legge di Stabilità, trovino un riscontro positivo, avremmo preferito che in sostituzione della richiesta per la messa in sicurezza del sottopasso ferroviario venisse aumentata la richiesta per la messa in sicurezza della viabilità urbana. Oltretutto più che di messa in sicurezza si tratta di realizzare interamente un sottopasso le cui finalità appaiono poco comprensibili".

      p./Il Gruppo Consilare “Raiano che Vogliamo”   
                               Innocenzo Pizzica
                            Giannenrico Zepponi
                            Antonio Di Berardino



VIDEO IN PRIMO PIANO :