-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - La movida divide i sindaci scontro sugli assistenti civici- A Pompei ecco il mistero della piccola Mummia- Accordo sulla scuola, il concorso dopo l'estate- Calano malati e decessi: Da domani i test sierologici- Tensione ad Hong Kong Cariche e scontri, 150 arresti- A Napoli lungomare bloccato 'Notte di follia fino alle 4'- In Lombardia oggi 441 contagiati in più di ieri-

news

Post in evidenza

INIZIATI I LAVORI PER LA ROTATORIA DI PRATOLA PELIGNA

PRATOLA - Presente all’inizio dei lavori il delegato alla viabilità, Luca Rocci, il dirigente del settore viabilità della provincia, Ing. ...

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

sabato 26 maggio 2018

“VOCAZIONE IMPRESA”, 400 DOMANDE IN CINQUE ORE

SULMONA – Sono oltre 400, il 40% del totale ammissibile, le domande pervenute all’indirizzo PEC di Abruzzo Sviluppo dalle ore 12.00 alle ore 17.00 di ieri, 25 maggio, primo giorno di apertura dell’Avviso “VocAzione Impresa”. Ha, infatti, preso il via la fase A della misura che la Regione Abruzzo ha messo in campo a sostegno dei progetti imprenditoriali di disoccupati over 30 residenti sul territorio regionale.
Questa prima fase, come noto, è coordinata interamente da Abruzzo Sviluppo, che affianca la Regione nella gestione dell’Avviso: dopo la recezione delle istanze, la in house regionale procederà, entro 30 giorni dal termine di scadenza (fissato al 5 giugno 2018), all’istruttoria di ammissibilità e alla verifica della rispondenza della domanda di adesione a quanto previsto dall’Avviso.
 Conclusa la fase istruttoria, Abruzzo Sviluppo rimetterà le risultanze alla Regione Abruzzo e questa procederà all’approvazione e alla pubblicazione sui siti www.regione.abruzzo.it e www. abruzzosviluppo.it dell’elenco degli ammessi e dei non ammessi con indicazione della causa di esclusione. L’Avviso accoglie 1000 persone che, dopo una fase di formazione (FASE A), possono ricevere un contributo a fondo perduto (FASE B) non superiore al 90% della spesa ammissibile e per un massimo di: 36.000 euro per avviare un’impresa artigiana; 22.500 per avviare un’impresa commerciale; 18.000 per avviare un’impresa dei servizi; 9.000 euro, infine, per le attivita’ professionali. 700 domande sono riservate alle aree interne, e quindi anche a Sulmona e alla Valle Peligna, per un ammontare complessivo di 7 milioni di euro.

VIDEO IN PRIMO PIANO :