-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - CORONAVIRUS Superati i 10mila morti: I guariti sono oltre 12mila- Spagna, 832 morti in 24 ore: A New York si teme il peggio- Macron: 'Al fianco dell'Italia Non voglio una Ue egoista'- Quasi mille morti in un giorno. Mai così tanti. 11mila i guariti- Papa: 'Siamo sulla stessa barca, dobbiamo remare insieme'- Nel mondo 25mila morti: In Africa crisi drammatica- Boris Johnson è positivo 'Continuo a guidare il Paese'- Scuole chiuse oltre il 3 aprile-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

sabato 15 febbraio 2020

CHIESA GREMITA PER L'ULTIMO SALUTO A NINO RUSCITTI

SULMONA - Si sono svolti questa mattina a Sulmona, nella chiesa di Cristo Re, i funerali di Nino Ruscitti  l’avvocato del foro di Sulmona,  scomparso alla sola età di 45 anni. Ruscitti era ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale di Chieti dopo essere stato colpito nelle scorse settimane da una polmonite. Complicazioni avrebbero aggravato le sue condizioni di salute dopo aver superato una grave crisi respiratoria, per la quale si era reso indispensabile il ricorso ad un intervento di tracheotomia.
L’avvocato Ruscitti, professionista stimato per la sua serietà, sempre cordiale e garbato verso tutti, è figlio di Giovanni Ruscitti, giornalista e già capo ufficio stampa del Consiglio regionale e fratello di Daniele.Al rito funebre officiato da don Giovanni Molinari, parroco di cristo Re, c’erano numerosi avvocati, che hanno conosciuto e stimato le capacità professionali di Nino e giornalisti, colleghi del papà e del fratello, provenienti anche da fuori città. “In quella toga che avvolge la tua bara ci sono anche le nostre toghe. Non ti dimenticheremo mai”- ha esordito il Presidente del Consiglio dell’ordine degli avvocati, Luca Tirabassi, che ha voluto salutare Nino a nome di tutti i colleghi nel suo discorso interrotto dalla commozione. Tirabassi ha ricordato la figura umana e professionale di Ruscitti. “Era un avvocato che non si risparmiava mai. Nell’ultimo periodo continuava a lavorare anche sul letto di un ospedale con il suo portatile”- ha raccontato il Presidente dell’Ordine. Nino era un uomo che amava anche viaggiare. La sua voglia di conoscere il mondo lo ha fatto girare in lungo e in largo. Oggi è stato il giorno dell’ultimo viaggio. Senza ritorno.





Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :