-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Trattativa Pd-M5s va avanti, cresce l'ipotesi Roberto Fico- Conte: 'Chiusa la stagione con la Lega, non si riaprirà'- Zingaretti: 'Mi auguro non esista l'ipotesi doppio forno'- Zingaretti vede Di Maio, scontro sul nome di Conte-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

sabato 23 luglio 2011

OSPEDALE, I MEDICI ALZANO LA VOCE


SULMONA  - Solleva malcontento il sindacato dei medici, Anaao, circa il caso sanità nel territorio di casa nostra, richiedendo maggior attenzione per le condizioni in cui versa l'ospedale peligno, sollecitando amministratori, politici e anche cittadini. Evidenziano come sian o  “gravi" le difficoltà quotidiane che vivono gli operatori del presidio ospedaliero  “destinato alla chiusura”. “Mancano interventi di manutenzione ordinaria, strutturale e strumentale, che limitano le quotidiane attività sanitarie. In particolare” precisano i medici “risulta che le ditte locali si rifiutano di offrire ulteriori prestazioni alla ASL a causa della mancata liquidazione del pregresso, con evidenti ripercussioni sull’economia locale e disservizi nella gestione sanitaria.
Progressivamente nel corso degli anni sono state sottratte risorse umane e professionali, mediche ed non, con gravi ripercussioni sul regolare funzionamento di vari servizi. Mancano investimenti significativi su nuove apparecchiature sanitarie, con progressivo degrado della qualità delle prestazioni offerte. Nulla è dato sapere sulle unità operative complesse, dotate di primario, che rimarranno nel presidio peligno, ma è forte il sospetto che nello scontro ciclopico tra L’Aquila ed Avezzano, sarà Sulmona ad essere penalizzata: di certo è inconcepibile un presidio privo di direttore sanitario, o servizi portanti come Laboratorio Analisi e Radiologia sprovvisti di primario”. “Dopo la manifestazione pubblica del 19 aprile in difesa dell’ospedale di Sulmona, che ha visto una ampia partecipazione della cittadinanza, sulle problematiche sanitarie della Valle Peligna è caduto l’oblio. Il 14 luglio scorso, in una riunione a porte chiuse con pochi eletti, si è data dimostrazione di come la politica riesca a modellare a suo piacimento gli animi più ribelli. Infatti si è rinnovata la promessa da parte del presidente della Regione Chiodi della realizzazione di un nuovo ospedale, accompagnata dalla anticipazione del Direttore Generale della ASL Silveri della prossima stesura di un bando di gara per il reperimento di strutture private in grado di ospitare le unità operative esistenti del presidio ospedaliero di Sulmona.  Questo ha comportato la piena soddisfazione degli intervenuti, assenti i medici, circa gli interrogativi e le perplessità esistenti. Il sindacato medico non può restare in silenzio dopo questi comportamenti, perché è evidente la costante, progressiva e scientifica riduzione dell’attività ospedaliera”.

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :