-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Bce rilancia il Qe pandemico altri 600 miliardi di euro- Brasile,1.349 morti in 24 ore: Record di casi in Messico- Conte: 'Ridisegnare il Paese, fisco iniquo, serve riforma'- Premiati gli 'eroi' del Covid:Ecco perché e chi sono- Italia libera dal lockdown: Tutte le regioni riaprono-

news

Post in evidenza

"LA DICHIARAZIONE DI IERI DEL PREMIER CONTE, CHE DÀ VIA LIBERA ALLA VELOCIZZAZIONE DEL COLLEGAMENTO FERROVIARIO PESCARA-ROMA, È IL PRIMO GRANDE RISULTATO"

SULMONA - "La dichiarazione di ieri del Premier Conte, che dà via libera alla velocizzazione del collegamento ferroviario Pescara-Rom...

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

martedì 26 luglio 2011

PARROCO AGGREDITO SPORGE DENUNCIA

PESCASSEROLI  - Il parroco abate di Pescasseroli ha sporto denuncia contro il suo presunto aggressore, un 39enne del posto, per il fatto avvenuto tre giorni fa dietro la piazza S. Antonio. Stando a quanto riferito dal prete ai carabinieri, il suo aggressore lo avrebbe colpito all'orecchio, creandogli problemi al timpano risolvibili con 15 giorni di prognosi, cosi' come certificato dal medico dell'ospedale di Sulmona. L'accusato dell'aggressione ha riferito ai giornalisti: "Ho solo alzato la voce e proferito qualche parolaccia, poiche' non volevo importunasse mia moglie, visto che il giorno prima il prete aveva cacciato me e mio figlio di 2 anni dal giardino della struttura comunale gestita dalle suore, dove e' allestito il centro ricreativo estivo per i bambini. Poi
alla domanda del prete rivolta a mia moglie sulla nostra vita privata gli ho intimato di smetterla cacciandolo in malo modo ma senza colpirlo". Il prete, davanti ad alcune persone e sulla pubblica via, avrebbe chiesto alla moglie del presunto aggressore: "Come va' il matrimonio?", mettendo la donna in difficolta' per quanto attiene la sfera privata e sentimentale della famiglia. I testimoni, tra cui alcuni turisti, dipendenti e avventori del ristorante gestito dal 39enne, nel corso delle indagini potrebbero essere ascoltati dai carabinieri come persone informate sui fatti. Non e' stato possibile raggiungere il telefonicamente il parroco, poiche' la comunicazione si interrompe di continuo. 

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :