ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Si è ucciso il prof arrestato per abusi sessuali- E' morto Franco Zeffirelli- Salvini firma il divieto d'ingresso alla Sea Watch 3- Hong Kong Sospesa la legge sulle estradizioni- In campo Giamaica-Italia 0-3 LIVE tripletta di Girelli- Caos procure,

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

venerdì 30 settembre 2011

FONDI FAS VIA LIBERA DEL CIPE. 607 MILIONI PER ABRUZZO. I COMMENTI


ROMA - Via libera del Cipe all'intero pacchetto del Par-Fas Abruzzo per 607 milioni 748 mila euro. Una notizia positiva per lo sviluppo della regione. Lo comunica il presidente della Regione, Gianni Chiodi, il quale questa mattina a Roma ha partecipato alla riunione del Comitato interministeriale che ha discusso, tra gli altri, il punto relativo allo strumento di programmazione regionale. "Con il sì del Cipe i fondi Fas entrano di fatto nella disponibilità dell'Abruzzo - ha dichiarato il presidente della Regione al termine della seduta del Cipe -. Il via libera di oggi chiude un iter politico e amministrativo che il governo aveva anticipato nella riunione del Patto Abruzzo
della settimana scorsa a Palazzo Chigi, rispettando in questo modo gli impegni che aveva assunto al cospetto di tutte le forze politiche, sindacali, imprenditoriali e sociali della regione". Il Presidente Chiodi ha poi voluto sottolineare che "ora per l'Abruzzo si apre una fase nuova, dopo una prima caratterizzata dal rigore e dal risanamento dei conti. È il momento ora di dare capacità di sviluppo all'intera regione"

CHIODI: "UN SUCCESSO IMPORTANTE PER LO SVILUPPO DELLA REGIONE"


"Un successo importante, che segna il futuro dello sviluppo della regione". Un presidente della Regione soddisfatto ha commentato in questo modo la decisione del Cipe di sbloccare l'intero Par-Fas dell'Abruzzo. "Il provvedimento di oggi - ha aggiunto Chiodi - e' anche un ulteriore riconoscimento e apprezzamento da parte del Governo nazionale al percorso di risanamento avviato da questa Giunta che in questo modo ha reso credibile l'intero Abruzzo". Il presidente della Regione ha poi voluto espressamente ringraziare il "presidente Silvio Berlusconi, il sottosegretario Gianni Letta, il ministro dell'Economia Giulio Tremonti, il ministro dei Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto e l'intero governo nazionale per l'attenzione mostrata alle istanze dell'Abruzzo in materia di rilancio dell'economia"


PAGANO: "OGGI E' STATA SCRITTA UNA BELLA PAGINA PER L'ABRUZZO"


"Con il via libera del Cipe all'intero pacchetto del Par-Fas Abruzzo per 607 milioni e 748 mila euro, viene completato un percorso politico e amministrativo che ha visto protagoniste le forze politiche presenti in Consiglio regionale. Un percorso lungimirante che premia l'Abruzzo, ma, soprattutto, premia quella classe dirigente composta da uomini responsabili che hanno saputo mettere da parte i richiami ideologici a favore, invece, di iniziative reali, utili per lo sviluppo economico della regione". Cosi' il presidente del Consiglio regionale, Nazario Pagano, ha commentato il via libera del Cipe al Fas Abruzzo. "Il Governo centrale - osserva Pagano - ha rispettato i punti stabiliti nel Patto per lo Sviluppo, cio' dimostra che quando sappiamo fare squadra, riusciamo ad ottenere risultati importanti e strategici per la nostra regione. Oggi e' stata scritta una bella pagina per l'Abruzzo, auspico per il futuro - conclude il presidente del Consiglio regionale - maggiore responsabilita' e concretezza nel dibattito politico, al fine di promuovere e rilanciare provvedimenti che mirano alla crescita economica e sociale della nostra regione".


D'ALESSANDRO (IDV) "SONO SOLO SULLA CARTA"


"I fondi FAS sono ancora sulla carta": e' quanto afferma il consigliere regionale Cesare D'Alessandro (IdV) in merito alla presa d'atto del PAR-FAS Abruzzo, avvenuta oggi da parte del CIPE. "Sara' il caso di ricordare, ma questo Chiodi lo sa bene - dice D'Alssandro - che tra la presa d'atto e l'assegnazione dei fondi, con pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica, c'e' di mezzo il passaggio della Corte dei Conti. Basta vedere quel che accade in Molise, dove attendono ormai da due mesi, e chissa' quanto ancora dovranno attendere, il visto della Corte sui 446 milioni di euro messi a disposizione, pena la mancata registrazione della delibera. Un passaggio niente affatto scontato, visto che e' ormai scoperto il gioco delle tre carte che si sta facendo a livello nazionale, gestendo i FAS come un salvadanaio rotto. Se tutto va bene e il Governo Berlusconi non utilizzera' diversamente quel poco che e' rimasto dei FAS nel Mezzogiorno, forse l'Abruzzo potra' iniziare a disporne verso la fine del 2012. Chiodi sa bene quanto il sottoscritto", prosegue D'Alessandro, "che il Governo ha gia' decurtato i FAS di oltre 16 miliardi di euro nel periodo 2008-2011, per coprire interventi di valenza nazionale come il disavanzo dei Comuni di Roma e Catania, la rottamazione dei frigoriferi, il G8 della Sardegna, le varie privatizzazioni, la banda larga etc... L'ultimo 'saccheggio' avviene oggi: il ministro Gelmini annuncia il prelievo dai FAS di un altro miliardo di euro per il potenziamento delle Universita' nel Mezzogiorno, ma anche in questo caso all'Abruzzo vanno le briciole, solo 5 milioni a fronte dei 300 riservati alla Sardegna, altri 300 alla Puglia, 88 alla Sicilia, 68 alla Campania, 63 alla Calabria e 22 alla Basilicata. Con un mano il Governo fa finta di dare, con l'altra si riprende! La realta' e' che, purtroppo, l'Abruzzo e' completamente assente dal Piano per le infrastrutture. Chiodi - conclude D'Alessandro - facendo finta di non saperlo, si rende complice della nefasta politica del Governo".





DEL CORVO "TRAGUARDO IMPORTANTE"

“Lo sblocco dei 612 milioni di euro dei Fondi per le aree sottoutilizzate destinati all’Abruzzo, rappresenta un traguardo di grande importanza"  ha dichiarato il Presidente della Provincia dell’Aquila, Antonio Del Corvo "la dimostrazione di quanto la costante attenzione del Governo al nostro territorio possa generare dei risultati concreti. Vorrei sottolineare la grande determinazione del Presidente Chiodi, che in sinergia con tutto il Governo, ha lavorato per la nostra regione e per garantirne delle reali possibilità di sviluppo, necessarie alla ripresa economica”.



PAOLUCCI (PD) "ORA ZONA FRANCA L'AQUILA E FINANZIAMENTO PER MASTERPLAN"
 "Grazie anche alla mobilitazione delle forze sociali e del Pd il Cipe ha riconosciuto all'Abruzzo un diritto acquisito, seppur con ritardo e con un taglio rilevante di oltre 200 milioni che Berlusconi e Tremonti hanno trattenuto a Roma senza che Chiodi battesse ciglio. Ora bisogna attendere la tempistica dell'erogazione delle risorse e quando entreranno nella reale disponibilita' dell'Abruzzo che ne ha urgente bisogno". Lo afferma il segretario regionale del Pd Silvio Paolucci, commentando l'approvazione del Fas da parte del Cipe. "Quando le risorse saranno arrivate, bisognera' aprire pero' la fase due del Patto per lo Sviluppo, che dovra' passare necessariamente per il riconoscimento della Zona franca dell'Aquila, per il finanziamento del Masterplan, per il recupero di un ruolo dell'Abruzzo nelle nuove infrastrutture: tutti temi che restano drammaticamente aperti. Insistere sulla straordinarieta' della situazione abruzzese ha portato ad un'approvazione che per altra strada non sarebbe mai avvenuta, perche' il governo ha bocciato il piano due volte" spiega Paolucci, "ma Chiodi prova a vendere come straordinario un risultato che invece era gia' fra i diritti acquisiti. E questo ci preoccupa, perche' cerca di far dimenticare che i grandi investimenti straordinari stanno sistematicamente tagliando fuori l'Abruzzo e noi ci opporremo con tutte le forze per invertire questa tendenza della destra italiana". 



Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :